Progetti umanitari

Azione di solidarietà della Chiesa in India settentrionale Centinaia di migliaia di persone in fuga

03.09.2004

Zurigo. Torrenziali piogge con enormi quantità di acqua stanno ancora costringendo centinaia di migliaia di persone ad abbandonare i propri paesi nella zona di confine fra India e Bangladesh. Ormai da più di un mese un'inondazione si sta estendendo su tutto il Paese. Le costanti forti piogge stanno peggiorando di giorno in giorno la situazione e, non essendo ancora finita la stagione dei monsoni, anche la minaccia di nuove piogge è costantemente presente.

La direzione internazionale della Chiesa Neo-Apostolica ha appoggiato l'impiego dei fondi stanziati per gli aiuti umanitari contro le catastrofi.
Gli approvvigionamenti di acqua potabile e viveri sono di assoluta priorità per le vittime dell'alluvione. Per attenuare la disperazione delle persone coinvolte, l'apostolo Dewan Chowdhury insieme a volontari della Chiesa hanno subito organizzato con i mezzi ricavati dalla "NAK-karitativ" (fondazione di beneficenza della CNA) gli aiuti necessari di viveri ed acqua potabile nelle regioni di Assam e Tritura.

Nella zona inondata che si trova tra India e Bangladesh la situazione di sostentamento della persone colpite è particolarmente critica. Viveri e acqua potabile stanno scarseggiando sempre più ed è possibile rifornire i centri abitati solo tramite barche. Cresce costantemente il pericolo di un'epidemia di colera e di altre malattie infettive anche perché l'assistenza medica delle persone che a causa dell'acqua sono rimaste isolate è estremamente difficile.

Ulteriori informazioni su questa e su altre azioni umanitarie si possono trovare in lingua tedesca sulla pagina Web della "NAK-karitativ":
www.nak.de/karitativ/