Notizie dal mondo

Incendi devastanti incontrollabili in Australia

11.02.2009

Incendi incontrollabili (foto: itv-news)

Brisbane/Zurigo. A causa degli incendi devastanti nel sud dell’Australia, si contano più di 180 morti e 80 sono i dispersi. Migliaia hanno perso tutti i loro beni e sono senza tetto. Questo è tutt’ora il bilancio dopo i più gravi incendi che l’Australia ha mai visto. Le comunità neo-apostoliche, ancora una volta, se la sono cavata soltanto con un grande spavento.

L’Australia, un continente pieno di contrasti: al nord piogge torrenziali, al sud incendi devastanti che portano la morte. L’apostolo di distretto Andrew Andersen, guida della New Apostolic Church Australia, è impressionato dalla vastità della catastrofe: „Se solo potessimo portare l’acqua del nord verso il sud!“

Nelle due regioni ci sono delle comunità neo-apostoliche, grazie a Dio tutti i fratelli e le sorelle di fede sono in buona salute, dice la guida della Chiesa australiana. Alcuni membri hanno avuto fortuna nella sfortuna: le fiamme sono arrivate fino a 400 m dalle loro case e improvvisamente hanno cambiato direzione. L’apostolo di distretto Andersen dice: „Molta gente non ha avuto così tanta fortuna ed è deceduta nelle fiamme. A loro ed alle loro famiglie vada tutto il nostro cordoglio.“

Preghiamo per tutti coloro che in questi giorni soffrono e sono afflitti.

 

Le fiamme imperversano da giorni nello stato sud-occidentale Victoria. Più di 3.000 chilometri quadrati sono devastati. Forti venti e temperature fino a 45° C attizzano di continuo le fiamme; è la più grande catastrofe incendiaria che l’Australia ha mai visto. Al nord, invece, si lotta contro le violenti piogge e gravi inondazioni come mai viste da decenni. La gran parte del Queensland è colpito, circa un milione di chilometri quadrati.