Notizie dal mondo

Giornate storiche a Dar Es Salaam

14.11.2007

Foto: CNA Africa orientale

Dar Es Salaam. Per il sommoapostolo Wilhelm Leber, sono state giornate storiche in Tanzania. È la prima volta che la guida internazionale della Chiesa si è recata nel paese dell'Africa orientale. Nel contempo il lavoro della Chiesa nei paesi Kenia, Tanzania e Uganda è stato unificato nella nuova Chiesa regionale "East Africa". L'aiutante d’apostolo di distretto Shradeck Lubasi è il nuovo responsabile amministrativo in questo distretto.

Venerdi mattina, 09.11.2007, il sommoapostolo ha visitato dapprima due comunità nei pressi di Dar es Salaam, tradotto dall'arabo: „casa della pace“. Nel pomeriggio, lui ed i suoi accompagnatori, hanno potuto prendere parte ad un concerto festivo nella chiesa centrale.

Il sabato mattina il gruppo ha fatto un sopraluogo sull'isola di Zanzibar, davanti alla costa orientale dell'Africa; qui vivono solo pochi fratelli e sorelle neo-apostolici. Zanzibar fu, a suo tempo, il punto di partenza del commercio di schiavi e così il sommoapostolo Wilhelm Leber ha commemorato in modo particolare queste anime.

La domenica, 10.11.2007, la chiesa centrale di Dar es Salaam era piena fino all'ultimo posto; il sommoapostolo, accompagnato da tutti i 38 apostoli dell'Africa orientale provenienti dalla Tanzania, dal Kenia e dall'Uganda, ha celebrato il servizio divino con la parola tratta da Isaia 65,18.  Egli è stato accompagnato dagli apostoli di distretto Richard Freund (USA) e Michael Ehrich (Germania del sud) e dagli apostoli Hammer, Hecht e Kolb (USA). Enock Ntibingwa Mateo (43) è stato poi ordinato quale apostolo e Moses Makome Nalimi (47) quale vescovo per la Chiesa regionale di Tanzania.

Alla fine del servizio divino ci fu un punto culminante particolare: è stato fondato il distretto amministrativo „East Africa“ che comprende Kenia, Tanzania e Uganda. L'apostolo Shradeck Lubasi dal Kenia è stato incaricato quale aiutante d’apostolo di distretto per quest’area. Nella sua allocuzione, il sommoapostolo ha ricordato la lunga storia della Chiesa Neo-Apostolica in questi paesi; è giunta l'ora per affidare agli apostoli dell'Africa orientale più responsabilità. Egli ha esortato gli apostoli presenti ad appoggiare con gioia il loro nuovo aiutante d’apostolo di distretto.

 

La Chiesa Neo-Apostolica dell'Africa orientale conta circa 2 milioni di membri, suddivisi in 18’000 comunità e curati da più di 5’000 ministri.