Pentecoste 2017 a Vienna: un appello a più entusiasmo

05.06.2017

Il sommoapostolo Jean-Luc Schneider festeggia il...

servizio divino di Pentecoste nel Palazzo dei concerti a Vienna.

Dapprima ha avuto luogo una RAD (tutte le foto: CNAI)

Zurigo/Vienna. Nella cristianità, Pentecoste viene intesa normalmente come anniversario della Chiesa. Però questo dovrebbe dimostrarsi in ognuno nel quotidiano nella gioia e nell’entusiasmo per il Vangelo, esorta il sommoapostolo Jean-Luc Schneider durante il servizio divino a Vienna.

Molti cristiani neo-apostolici sul mondo intero sono stati collegati via satellie o tramite internet con il Palazzo dei concerti di Vienna. „Pentecoste è per noi una festa di particolare significato “, così la guida della Chiesa ha iniziato l’atteso servizio divino. A suo tempo, gli apostoli sono stati riempiti con la forza dello Spirito Santo e hanno parlato in altre lingue, affinchè tutti potessero capirli. Il sommoapostolo Schneider dice : „che ciò possa avvenire anche oggi“. Egli ha esortato i fratelli e le sorelle di fede a parlare oggi la lingua del loro prossimo.

Imparare a capire i giovani

È particolarmente importante avere uno sguardo verso le generazioni future e imparare a capire i giovani. Dapprima però bisognerebbe saper ascoltarli. Solo allora è possibile sviluppare comprensione per le loro preoccupazioni e difficoltà. „Vogliamo condividere con loro la paura, il dolore e anche la gioia.“ Solo allora possiamo dire loro qual’è il nocciolo del Vangelo: la salvezza attraverso Dio.

Spesso è così che, dopo la Confermazione, i giovani non frequentano più i servizi divini. „Vogliamo spiegar loro nella loro lingua come sia importante il dono dello Spirito Santo, con il quale sono stati battezzati.“ Il loro Santo Suggello è una confessione che deve crescere. Non serve a niente produrre un ambiente da fine del mondo o accentuare come sia brutta la vita su questa terra. Il sommoapostolo insiste dicendo: „Non vogliamo imporre ciò che devono fare o lasciare, non è definitivamente la loro lingua. Si tratta anzitutto di spiegare ai giovani e ai bambini che la fede aiuta ad essere forti interiormente. Predicare e chiaccherare non serve a niente, ciò non convince nessuno. Dobbiamo essere d’esempio. Questo è il nostro compito sul mondo intero.“.

Effetti dello Spirito Santo oggi

Dapprima la guida della Chiesa ha rammentato cosa il dono dello Spirito Santo può produrre nell’uomo:

  • una certa serenità e pace, sapendo che il „Padre celeste si occupa di noi“
  • una forte riconoscenza, sapendo che „Dio ha fatto cose grandi per noi“
  • un’attuale vigilanza, sapendo „che nonostante tutto quello che dobbiamo vivere, non siamo divisi da Dio“
  • una particolare gioia, visto che in futuro ci aspetta la „magnificenza divina“
  • l’amore verso gli uomini, che possaimo „amare come fece Gesù, se lo vogliamo!“

Riunione degli apostoli di distretto (RAD) e comunità mondiale

Il fine settimana di Pentecoste ha portato il sommoapostolo Jean-Luc Schneider quest’anno a Vienna. Colà ha avuto luogo per alcuni giorni prima la riunione internazionale degli apostoli di distretto e aiutanti d’apostolo di distretto. Temi importanti erano: una revisione della comprensione del ministero e nuovo materiale d’insegnamento per i bambini.

Il servizio divino di Pentecoste di domenica dal Palazzo dei concerti di Vienna è stato trasmesso via satellite in più di 100 Paesi sui cinque continenti. Molte centinaia di migliaia di fratelli e sorelle lo hanno vissuto dal vivo nelle loro comunità. La quantità dei partecipanti va nei milioni se contiamo anche alcuni paesi dell’Africa che erano collegati con la televisione statale oppure coloro che vivono nell’America del nord, i quali vedranno la registrazione più tardi a motivo del fuso orario.

Altri articoli su Pentecoste li trovate sul sito della rivista neo-apostolica nac.today