Un altro apostolo consacrato per la Papua Nuova Guinea

16.12.2011

© NAC Australia

Zurigo/Port Moresby. Il sommoapostolo Wilhelm Leber, il quale ha intrapreso il suo ultimo grande viaggio di quest’anno in Papua Nuova Guinea, si dimostra toccato favorevolmente dal paese e dalla gente. I cristiani del paese sono molto credenti. Anche la Chiesa Neo-Apostolica cresce, nel terzo più grande Stato insulare del mondo. Il sommoapostolo ha consacrato il terzo apostolo del paese nella persona Zuhuke Hungito nel servizio domenicale a Lae.

Nella Papua Nuova Guinea vi è uno sviluppo positivo per quanto riguarda la Chiesa Neo-Apostolica, dice il sommoapostolo: ci sono più di 96.000 membri. Però la situazione della rete stradale è pessima a causa della superficie del paese. All’interno del paese, i mezzi di trasporto più utilizzati sono i battelli; la cura delle comunità è talvolta penosa per gli apostoli. L’apostolo di distretto Andrew Andersen (Australia), responsabile del lavoro amministrativo della Chiesa Neo-Apostolica in Papua Nuova Guinea, ha proposto al sommoapostolo di migliorare la situazione con la consacrazione di un terzo apostolo.  L’attuale vescovo Zuhuke Hungito (52) è stato consacrato durante il servizio divino di domenica nella città di Lae. Circa 4.000 fedeli vi hanno preso parte.

Servizio divino a Maprik

Già il giorno prima, sabato 10 dicembre, il sommoapostolo Leber ha celebrato un servizio divino all’aperto a Maprik nel nord del paese. Per raggiungere questo luogo, si è dovuto volare parzialmente con l’elicottero. Circa 18.000 fratelli e sorelle di fede si sono radunati al suo arrivo e hanno poi preso parte al servizio divino.  

La Papua Nuova Guinea è curata dalla Chiesa regionale d’Australia .

Categoria: Australia & Oceania