News CNA Internazionale

La riunione degli apostoli di distretto deve avere luogo in virtualmente

16.11.2020

Foto della riunione degli apostoli di distretto digitale

Zurigo. Per la prima volta una conferenza delle guide della Chiesa del mondo deve aver luogo per videoconferenza. In questo tempo dominato dal Covid-19 non è possibile effettuare viaggi intercontinentali. Le preparazioni per una riunione degli apostoli di distretto virtuali sono molto dispendiose.

Due apostoli di distretto e tre aiutanti d’apostolo di distretto si collegheranno dal Canada e dagli Stati Uniti, per loro sarà ancora mattino presto. D’altra parte, la giornata dell’apostolo di distretto australiano Peter Schulte sarà quasi terminata, egli si collegherà verso mezzanotte. Nel mezzo si trovano parecchie fasce orarie, dall’America del sud all’Indonesia, dalla Germania del nord fino all’Africa del sud. Una meraviglia della tecnica.

Necessaria giuridicamente, i temi sono graditi

La riunione degli apostoli di distretto (RAD) è una necessità. Giuridicamente, gli statuti della Chiesa Neo-Apostolica Internazionale, di cui gli apostoli di distretto sono i membri, prevedono una riunione di due giorni. La riunione è gradita anche con i singoli temi: il sommoapostolo Jean-Luc Schneider, che dirige la riunione, vuole passare ai punti dell’ordine del giorno che si trovano momentaneamente in discussione, in particolare il tema «donne ministri». Questa volta, i membri della RAD si occupano principalmente del tema: "Uomo e donna ad immagine di Dio". Una discussione generale su temi futuri non deve essere fermata dalla pandemia corona. Tuttavia, tutti i partecipanti sono unanimi, la discussione virtuale non offre gli stessi vantaggi di un ritrovo fisico.

Osservare le regole

Erich Senn, direttore dell’amministrazione della Chiesa Neo-Apostolica internazionale, riferisce: «Durante le videoconferenze è importante che i partecipanti conoscano e rispettino le regole: microfono spento per tutti coloro che non parlano e microfono acceso per colui che parla. Parlare lentamente e chiaramente è vantaggioso.» Parlare alla rinfusa o interrompere un discorso non è solamente sconveniente, ma impedisce anche di capire ciò che viene detto. Continua Senn: «Se si pensa quali distanze percorrono immagine e suono, è un miracolo che tutti possano capirli.»

Parecchi apostoli di distretto si collegano alla conferenza da casa. L’apostolo di distretto John Kriel si incontra con l’aiutante d’apostolo di distretto Patrick Mkhwanazi a Johannesburg in un centro conferenze con ricezione Internet. La maggior parte partecipa dal proprio ufficio. Erich Senn: «Con 25 stazioni di ricezione e più di 30 partecipanti, l’uno o l’altro si congederà occasionalmente per poi ricollegarsi. In Africa bisogna calcolare sempre la mancanza di corrente. È importante avere un piano B: partecipazione per telefono.»

Trasmissione di prova di successo

Una trasmissione di prova ha già avuto luogo ed ha funzionato. Le guide internazionali della Chiesa sono abituate a conferenze digitali. All’interno delle loro aree d’attività, ci sono in parte regioni che distano molto tra loro. Colloqui su contenuti organizzativi e amministrativi sono sbrigati velocemente attraverso una videoconferenza e sono a basso costo. Questo lo era già prima dell’attuale situazione pandemica.

Ora, niente può più fermare la riunione degli apostoli di distretto digitale di fine novembre.