News CNA Internazionale

In futuro anche nomine per i servizi nella comunità

31.08.2019

Foto: O. Ruetten

Zurigo. Nella comunità ci sono compiti che devono essere esercitati per lungo tempo e, a motivo della loro alta componente di cura spirituale, hanno una particolare posizione nella comunità. Questi compiti saranno in futuro affidati ufficialmente tramite una nomina.

A partire dal 1° settembre 2019, la Chiesa Neo-Apostolica compie questo passo significativo: sorelle e fratelli che non sono ministri, riceveranno uno speciale compito nella comunità e per questo riceveranno pubblicamente una benedizione. Così, non vengono nominati solo ministri come l’aiutante del sommoapostolo o l’aiutante dell’apostolo di distretto, il vescovo o il sostituto del conducente distrettuale o del conducente di comunità, ma anche sorelle e fratelli senza ministero. Essi eseguono servizi di natura spirituale o di istruzione dell’insegnamento.

Durante la riunione internazionale degli apostoli di distretto di Pentecoste a Goslar, le guide della Chiesa hanno preso le seguenti decisioni:

Nomina di insegnanti e responsabili della gioventù

Sorelle e fratelli che assumono l’attività a lungo termine come responsabili di insegnanti a livello distretto o comunità nella predottrina, dottrina domenicale, di religione e per confermandi, o come responsabili della gioventù, saranno nominati in futuro per questo servizio.

Esecuzione di nomine

La nomina è effettuata generalmente da colui che è responsabile dell’ambito d’attività del fratello o della sorella. Essa viene effettuata alla stessa maniera come per i ministri. Può essere eseguita durante o dopo il servizio divino, con la partecipazione della comunità o nella cerchia dei bambini/gioventù. 

Fine di incarico e nomina

Coloro che sono stati incaricati o nominati, dopo il compimento del loro incarico saranno congedati con un atto ufficiale.

Il congedo di ministri è effettuato in un servizio divino da un apostolo o da un servo da lui incaricato. Egli ringrazia il ministro per il suo servire, gli stringe la mano e riprende l’incarico conferito.

Il congedo di fratelli e sorelle nominati per un servizio spirituale è effettuato, secondo l’area d’attività, dal conducente del distretto o di comunità. Può essere eseguito durante o dopo il servizio divino.

Gli apostoli di distretto hanno deciso che i dirigenti del coro non sono nominati. È possibile un’introduzione nella cerchia in cui operano e sarà effettuata una preghiera.

Nomine nel contesto liturgico

Il contesto liturgico per la nomina di sorelle e fratelli senza ministero corrisponde allo svolgimento per la nomina di ministri con funzioni d’aiutante. L’atto della nomina deve essere festoso e inizia con un’allocuzione a coloro che devono essere nominati. Poi, la comunità si alza e la sorella/il fratello saranno pregati di dare il loro SI. In seguito, l’officiante prega per la benedizione divina per il SI e che Dio possa dar loro la forza necessaria per il loro incarico e mantenere la loro promessa. Poi segue la nomina con una stretta di mano.