News CNA Internazionale

Servizio divino di Pentecoste: collegati milioni di fedeli in tutto il mondo

02.05.2015

Il percorso via satellite per la trasmissione del servizio divino di Pentecoste

Pentecoste 2015 a Lusaka: „Holy Spirit – Our Guide and Comforter”

Zurigo/Lusaka. Il servizio divino di Pentecoste è per i cristiani neo-apostolici una cosa particolare in molteplici punti di vista, poiché i servizi divini con la guida della Chiesa sono trasmessi via satellite regolarmente da anni. La festa di Pentecoste di quest’anno con il sommoapostolo Jean-Luc Schneider avrà luogo in Zambia/Africa. Molte migliaia di comunità su tutta la terra avranno anche questa volta la possibilità di essere collegate via satellite.

Circa 70.000 visitatori potranno assistere dal vivo il servizio divino trasmesso dal »National Heroes Stadium« a Lusaka, la capitale dello Zambia. Il sommoapostolo Schneider servirà in inglese e sarà tradotto all’altare frase per frase nella lingua del paese Nyanja. In cabine vi saranno altri traduttori che tradurranno per i presenti e per la centrale di trasmissione a Francoforte nelle lingue tedesco, francese, kiswahili, portoghese e spagnolo.

Servizio divino in 25 lingue per 100 paesi

Un’agenzia di trasmissione dell’Africa del sud registrerà suono e immagini del servizio divino e invierà il tutto, con le traduzioni, in Germania alla Bischof Verlag della Chiesa a Francoforte. Qui, il segnale verrà tradotto in altre 18 lingue, cosicché il servizio divino potrà essere ritrasmesso via satellite e fibra di vetro in 25 lingue in più di 100 paesi su tutti i cinque continenti!

Per comunità dell’Asia sud orientale, come pure alcuni paesi africani e altri fedeli che non sono raggiungibili via satellite, v’è la possibilità di seguire il servizio divino per internet. Per questo sono a disposizione 13 cosiddetti streams in diverse bande, livelli di qualità e diverse lingue. A motivo del fuso orario in America, la trasmissione sarà registrata e diffusa nelle comunità più tardi.

Da 25 anni trasmissione via satellite

Già nel 1946 ebbe luogo una trasmissione sonora, allora via telefono. Nel 1951 ebbe luogo la prima trasmissione per cavo postale, al quale 40.000 fedeli neo-apostolici germanici furono allacciati.  Agli inizi degli anni ‘80, oltre al suono, si poté avere sempre più anche immagini, grazie alla tecnica a onde dirette. Infine nel 1990 la novità, il cambio da lungo preparato: la ricezione via satellite, con il quale più di 800 ricevitori nell’Europa occidentale possono essere collegate. La Chiesa Neo-Apostolica festeggia dunque quest’anno il 25esimo giubileo della trasmissione via satellite.

A partire dalla metà degli anni ‘90, il servizio divino di festa di Pentecoste è trasmesso negli USA e in Canada, nel sud dell‘Africa e nell’America del sud. Nel 2005 erano collegati per la prima volta anche i paesi dell’Asia sud orientale e l’Australia. Le trasmissioni per internet sono possibili a partire dal 2007.

Grande rete di trasmissione

Attualmente 1.600 comunità neo-apostoliche in più di 40 paesi in Europa e parti dell’Asia sono equipaggiate per la ricezione di servizi divini via satellite e parzialmente via internet. La zona si estende dal nord della Scandinavia fino al sud di Madeira, Malta, Cipro e Israele, come pure in occidente dalle Azzorre fin oltre gli Urali all’oriente.  

Quest’anno, da Lusaka, il segnale percorre circa 144.000 chilometri fino alle stazioni di ricezione; per questo necessita solamente pochi secondi.

Leggete anche il nostro resoconto su nac.today