News CNA Internazionale

Cambiamenti in caso di consacrazioni e messa a riposo di vescovi

17.10.2014

Il sommoapostolo Jean-Luc Schneider (foto: CNA BB)

Zurigo. La guida internazionale della Chiesa, il sommoapostolo Jean-Luc Schneider, comunica alcuni cambiamenti riguardanti la consacrazione e la messa a riposo di vescovi. Durante la riunione degli apostoli di distretto che si è svolta a Berlino, egli ha deciso che a partire dal 1° gennaio 2015 il sommoapostolo delegherà la consacrazione e la messa a riposo agli apostoli di distretto competenti.

Fino ad ora era tradizione che il sommoapostolo eseguisse questi atti. Lo sfondo storico è assai interessante: fino agli anni 1940 erano gli apostoli di distretto ad eseguire queste consacrazioni. Il sommoapostolo Bischoff per esempio scrisse una lettera agli apostoli di distretto, nella quale prevedeva particolari direttive nel caso della consacrazione di un vescovo. Solo dall’epoca del sommoapostolo Walter Schmidt, era la guida della Chiesa a consacrare e porre a riposo i vescovi.

Cambiamenti della tradizione attuale

Con l’approvazione degli apostoli di distretto di tutta la terra, il sommoapostolo Jean-Luc Schneider cambia la prassi ed enumera i seguenti motivi: prima di tutto gli apostoli di distretto conoscono i loro vescovi meglio di lui, poi ha sentito dire che la più parte dei vescovi desidera la messa a riposo effettuata dal loro apostolo di distretto nella loro area d’attività. La maggior parte dei servizi divini con il sommoapostolo sono trasmessi via satellite e i fratelli da consacrare non sono conosciuti da tutte le comunità allacciate.

La riunione degli apostoli di distretto a Berlino ha pertanto deciso che a partire dal 1° gennaio 2015 il sommoapostolo delegherà la consacrazione e la messa a riposo agli apostoli di distretto competenti.

Nel 2013 sono stati consacrati mondialmente 32 vescovi.