News CNA Internazionale

Riunione di Pentecoste degli apostoli europei ad Amburgo in preparazione alla Pentecoste

18.05.2013

Tutti gli apostoli di distretto e gli apostoli d’Europa prendono parte al servizio divino di Pentecoste

Impressioni della riunione degli apostoli ad Amburgo (foto: ran / CNA Germania del nord)

Amburgo/Zurigo. Il sommoapostolo uscente Wilhelm Leber ha iniziato la riunione degli apostoli d’Europa sabato di Pentecoste ad Amburgo con un caloroso ringraziamento per il lavoro, l’appoggio, le preghiere e la prontezza dimostrati. Commosso, egli ha aggiunto: „Un grazie particolare va al mio predecessore, il sommoapostolo Fehr. Lo ringrazio particolarmente perchè mi ha reso facile il cambio. Il suo comportamento mi ha coniato e ho sempre potuto collegarmi con ciò. Ho cercato di continuare il suo lavoro.“

Tutti gli apostoli di distretto e tutti gli apostoli d’Europa si sono ritrovati ad Amburgo per il servizio divino di Pentecoste. Tradizionalmente, il sabato ha avuto luogo una riunione degli apostoli. Questa volta, la riunione è stata eseguita sotto il titolo “retrospettiva e avvenire”. La guida internazionale della Chiesa ha posto la retrospettiva sotto la parola biblica: „Siate sobri, vegliate.“ (1 Pietro 5, parte del versetto 8). Egli ha cercato di agire secondo questa parola: „Determinare quale corso deve seguire la Chiesa richiede lucidità e vigilanza.“ Il corso della Chiesa è stato caratterizzato da una certa apertura rispetto alle altre Chiese cristiane; questo lo ha iniziato il sommoapostolo Fehr e lui ha continuato. „Durante la mia attività ministeriale sono avvenuti alcuni cambiamenti riguardanti la comprensione del Battesimo, il quale è riconosciuto da noi anche se effettuato in altre Chiese cristiane. Penso che questo è stata una pietra miliare !“ Anche i cambiamenti nella comprensione della Chiesa sono stati anche importanti.

Restare radicato nella fede

Sotto il titolo avvenire, il sommoapostolo ha aperto agli apostoli la parola biblica in Colossesi 2, 6 e 7 : „Come dunque avete ricevuto Cristo Gesù, il Signore, così camminate in lui; radicati, edificati in lui e rafforzati dalla fede, come vi è stata insegnata, abbondate nel ringraziamento.“ Egli prende lo spunto per esortare all’unità e al compito comune di far si che i bambini e la gioventù siano integrati nella vita della comunità: „Si è radicati in una cosa se ci sono migliaia di fibre che lo tengono.“

Alla fine della sua allocuzione piena di emozione, egli ha ringraziato l’aiutante sommoapostolo Jean-Luc Schneider per la sua volontà di accettare l’incarico. „Donategli la vostra fiducia.“ Poi gli ha dato la mano dicendo solennemente: „Caro aiutante sommoapostolo, siamo con te, ti appoggiamo e curiamo l’unità dello Spirito. Vogliamo raggiungere insieme la nostra meta!“

Analizzare la situazione attuale della Chiesa

L’aiutante sommoapostolo Jean-Luc Schneider ha poi ribadito come sia importante restare radicati nel Signore! „È importante orientarsi verso il Signore, quando si tratta di analizzare la posizione attuale della Chiesa e di vedere il suo futuro.“ In Europa e in altri paesi in parte, costata che la fede in Dio e la visita dei servizi divini diminuisce. Anche la successione dei ministri non così sicura come lo è stata. „Questa situazione ha un effetto anche nella vita della comunità. Alcuni fratelli rischiano di perdere il coraggio e rassegnarsi. Combattere questo pericolo sarà la nostra sfida per il tempo futuro.“

Non relativizzare il Vangelo

I cambiamenti devono avvenire, ma cautamente e a lungo termine. Il Vangelo non è un prodotto che deve adattarsi al mercato. È la verità inalterata ed eterna. Da questa fede, i primi cristiani hanno preso la forza per resistere e in questo senso, i cristiani dei secoli scorsi hanno trovato la motivazione per restare fedeli al Signore Gesù. „Quale apostolo e messaggero nella città di Gesù non combattiamo affinchè la Chiesa Neo-Apostolica sopravviva, ma bensì per il Signor Gesù Cristo. Il nostro compito è di diffiondere il Vangelo senza relativizzare e di predicare il ritorno imminente del Signore senza stancarsi.!“

Un Catechismo affermato

Il nuovo sommoapostolo continua dicendo che oggi la Chiesa ha a disposizione un Catechismo affermato, la qualità del quale è riconosciuta. L’insegnamento è stabilito, l’identità è definita. „Oggi mettiamo in primo piano ciò che abbiamo in comune con altre Chiese cristiane: la fede in Gesù Cristo. Abbiamo il desiderio di lavorare con altre Chiese per diffondere la voce del Vangelo nella società odierna e ci rallegriamo per gli sviluppi nel dialogo con diverse istanze religiose.“ Egli è convinto che le „specificità neo-apostoliche“, la fede e il ritorno del Signore, l’apostolato e la possibilità della salvezza nell’aldilà, non ostacolino l’avvicinamento ad altre Chiese cristiane. „al contrario: sono convinto che, quali cristiani neo-apostolici, che amano il Signore e che sono motivati particolarmente a motivo della sua vicina rivenuta, possiamo dare un prezioso sostegno a tutti coloro che combattono per la causa di Cristo.“

Alla fine della sua relazione, egli ha espresso le sue priorità per il tempo futuro:  Il benessere dei ministri nel loro ministero e la gioventù nella loro Chiesa.

Egli ha reso omaggio alla „prestazione formidabile“ del sommoapostolo negli ultimi otto anni e ha ringraziato per il suo carattere, la sua vicinanza, la sua trasparenza, per la sua pazienza e operosità! Poi ha invitato gli apostoli ad alzarsi e a pregare insieme. In questa preghiera vi era pure un saluto particolare per il sommoapostolo a riposo Richard Fehr, il quale si trova a casa malato e purtroppo non può essere presente ad Amburgo.  

Categoria: News CNA Internazionale, Pentecost, Pentecost events