News CNA Internazionale

»Il mio messaggio per la festa di ringraziamento: lavorare per la causa di Cristo!«

08.10.2012

Domenica del ringraziamento a Duisburgo

Il sommoapostolo Wilhelm Leber inizia il servizio divino...

...e incarica alla fine il nuovo aiutante d’apostolo di distretto Rainer Storck (foto: CNA NRW)

Zurigo/Duisburgo. „Lavorare ogni giorno per la causa di Cristo! Questo è il mio messaggio per questa domenica di ringraziamento.“ Il sommoapostolo Wilhelm Leber, guida internazionale della Chiesa, si è rivolto con queste marcanti parole a migliaia di partecipanti al servizio divino a Duisburgo e nelle comunità collegate via satellite. Il punto centrale della predica è stata la parola tratta dal Salmo 35,18: „Io ti celebrerò nella grande assemblea, ti loderò in mezzo a un popolo numeroso.“

La riconoscenza, il ringraziamento per il raccolto, questo il pensiero centrale del servizio divino. Il nostro ringraziamento non deve limitarsi alle cose naturali e materiali. Proprio anche beni spirituali meritano riconoscenza. La guida spirituale dei cristiani neo-apostolici ha rammentato anche i diversi fattori di disturbo che possono ostacolare un riconoscente comportamento di base: magari la scontentezza, l’invidia, l’incomprensione e la smania di possedere sempre di più. Essere contento con poco presuppone un cuore che ringrazia, così il sommoapostolo. Egli ha rammentato una massima di Martin Lutero: il ringraziamento è il comportamento base dei cristiani. La guida della Chiesa continua: „Vogliamo concentrarci sull‘essenziale“. Egli ha pure ricordato la parabola di coloro che lavorano nella vigna (raccontata da Gesù Cristo stesso), dove tutti ricevono lo stesso salario, anche se taluni hanno lavorato di meno. Il sommoapostolo Leber ha espresso il pensiero che noi dobbiamo più guardare al lavoro per il Signore e meno al salario: „Lavorare ogni giorno per la causa di Cristo! Questo è il mio messaggio per questa domenica di ringraziamento.“

Un nuovo aiutante d’apostolo di distretto

L’apostolo Rainer Storck, alla fine del servizio divino, ha ricevuto l’incarico quale aiutante d’apostolo di distretto. „Oggi, ho incaricato l‘apostolo Storck quale aiutante d’apostolo di distretto. Egli occuperà di tutti gli incarichi nella direzione della Chiesa. Così, da quello che possiamo vedere oggi, è assicurato che l’apostolo di distretto Brinkmann potrà essere posto a riposo al suo 65esimo compleanno. Che l’incarico dell’aiutante d’apostolo di distretto possa essere capito in questo senso quale segnale“.

L‘apostolo Rainer Storck ha 54 anni e abita con la sua famiglia a Rheinberg. L’incarico quale aiutante d’apostolo di distretto non è una consacrazione, ma bensì una delega di più mansioni particolari per un tempo determinato. Il nuovo aiutante ha ora la possibilità di introdursi negli ambiti della direzione.

Un servizio divino centrale all’anno

Una volta all’anno l’apostolo di distretto Armin Brinkmann dedica alla sua grande area di attività un servizio divino centrale, dove  almeno le comunità in Europa possono parteciparvi via satellite. Il servizio divino di domenica scorsa è stato celebrato nella Glückaufhalle a Duisburgo. L’apostolo di distretto ospitante ha invitato tutti gli apostoli e i vescovi della parte europea della sua area d’attività nella città del Basso Reno: 8 apostoli e 12 vescovi provenienti dall’Armenia, Germania, Lituania, Olanda e Portogallo. L’aiutante del sommoapostolo, l’apostolo di distretto Jean-Luc Schneider, era pure presente.