News CNA Internazionale

Aiutante del sommoapostolo – un incarico per compiti ben definiti

30.03.2012

L’apostolo di distretto Jean-Luc Schneider, 2009 (foto: CNAI)

Zurigo. In occasione del servizio divino di Pentecoste di quest’anno, che si terrà il 27 maggio 2012 a Colonia, il sommoapostolo Wilhelm Leber vuole incaricare un aiutante del sommoapostolo nella persona dell’apostolo di distretto Jean-Luc Schneider. Questo incarico non è del tutto sconosciuto nella Chiesa Neo-Apostolica: il sommoapostolo Richard Fehr è stato incaricato quale aiutante per un anno, prima di ricoprire il ministero di sommoapostolo.

Dare un incarico vuol dire trasmettere un compito ben definito e non è da paragonare con una consacrazione, così è scritto nell’ultimo comunicato stampa . È sorta la domanda: che cosa vuol dire concretamente, riferito all’imminente incarico dell’aiutante del sommoapostolo Schneider? Il sommoapostolo Leber risponde come segue: con „compiti ben definiti“ si intende la partecipazione a tutti i compiti di condotta internazionali. Il futuro aiutante del sommoapostolo, dopo un periodo d’introduzione, assumerà una parte del programma dei servizi divini del sommoapostolo. Il sommoapostolo Leber potrà così diminuire i suoi viaggi.

Messa a riposo prevedibile

Il sommoapostolo dice anche che l’incarico di un aiutante del sommoapostolo in questo momento è da vedere come conseguenza della sua prevedibile messa a riposo. Se questo incarico sarà un’istituzione durevole, a causa delle innumerevoli attività internazionali, rimane una domanda aperta alla quale il sommoapostolo non vuole dare ulteriori indicazioni.

La guida internazionale della Chiesa, che compirà quest’anno i 65 anni, descrive l’apostolo di distretto Jean-Luc Schneider come capacità particolare per il compito di aiutante del sommoapostolo. Le sue competenze spirituali, l’espressione convincente della parola e il dono di entusiasmare sono particolari segni della sua personalità.

L’aiutante del sommoapostolo Schneider

L’apostolo di distretto Jean-Luc Schneider (52) proviene dalla Francia. Dal settembre 2004 egli dirige la Chiesa regionale della Francia, oltre ad altre Chiese regionali come il Burundi, la Polinesia Francese, la Repubblica Democratica del Congo orientale e la Nuova Caledonia. Egli è sposato e padre di due bambini.