News CNA Internazionale

Compassione e preghiere per la gente in Giappone

11.03.2011

Foto: reuters

Zurigo. Praticamente tutto il Giappone è toccato: migliaia di morti, dispersi, colpiti. Tutti sono vittime della catastrofe naturale, dapprima un terremoto, poi un maremoto. L’apostolo di distretto Urs Hebeisen annuncia: „l’entità della catastrofe non è ancora misurabile!“ Egli si preoccupa per i membri delle comunità neo-apostoliche, molti di loro non hanno ancora potuto essere contattati, poiché i collegamenti telefonici sono stati interrotti o sono sovraccarichi.

Alle ore 14:50 vi è stato il terremoto non lontano da Sendai – direttamente sotto il mare davanti alla costa orientale del Giappone – con una magnitudine di 8,9! La quinta forza più grande mai misurata. Una mezz’ora dopo arriva lo tsunami con un’onda d’urto alta di 10 metri, la quale ha rasato al suolo molte case e molti centri abitati. Il Giappone, una delle nazioni economicamente più all’avanguardia, è colpita pesantemente.

Compassione e preghiere

„Vogliamo pregare per la gente che in questo momento è colpita da dolore e lutto!“ Il sommoapostolo Wilhelm Leber esprime le sue condoglianze. L’apostolo di distretto Urs Hebeisen, responsabile della Chiesa Neo-Apostolica nella regione asiatica sudorientale, tiene al corrente la guida internazionale della Chiesa.

Che Dio possa donare molta forza!