News CNA Internazionale

La Chiesa Neo-Apostolica dell’Africa orientale diventa indipendente

19.03.2009

Shadreck Lubasi, il futuro apostolo di distretto nell’Africa orientale (foto: casa editrice)

Zurigo. Ancora questo mese, le tre Chiese regionali dell’Africa orientale (Kenia,Tanzania e Uganda) saranno riunite in un’unica area d’attività d’apostolo di distretto. L’attuale aiutante d’apostolo di distretto Shadreck Lubasi sarà il nuovo apostolo di distretto e guiderà il distretto. Il sommoapostolo Wilhelm Leber, guida internazionale della Chiesa, celebrerà domenica 29.03.2009 un servizio divino a Kampala in Uganda.

Alla fine del 2007, Shadreck Lubasi è stato incaricato quale aiutante d’apostolo di distretto (abbiamo riferito ). Il periodo di transizione, dove la guida amministrativa delle tre Chiese regionali dell’Africa orientale era affidata alla New Apostolic Church USA, è ora terminato, dice il sommoapostolo Leber. Come già detto, la nuova area d’attività d’apostolo di distretto viene creata a motivo di aspetti di strategia ecclesiastica. In Kenia, Tanzania e Uganda vivono più di due milioni di cristiani neo-apostolici. Le circa 5.000 comunità sono servite da 18.000 ministri. Il 59enne apostolo Lubasi abita a Nairobi. Oltre la sua lingua materna lozi, egli parla anche l’inglese ed il tonga.

A Kampala, il sommoapostolo Leber ordinerà altri due apostoli e cinque vescovi per la Chiesa dell’Africa orientale; tre apostoli saranno posti a riposo.