News CNA Internazionale

Il primo decennio della rivista per bambini „Wir Kinder” (Noi bambini) della Chiesa Neo-Apostolica

20.03.2008

Happy Birthday per il decennio!

Congratulazioni da tutto il mondo (grafico: VFB)

Francoforte. „Wir Kinder” (Noi bambini), la rivista per i più giovani della Chiesa Neo-Apostolica festeggia in questi giorni il decimo anniversario. A questo proposito, esce in aprile un’edizione speciale. Il sommoapostolo Wilhelm Leber, il sommoapostolo a riposo Richard Fehr e tutti gli apostoli di distretto attivi si sono congratulati per questo evento. La redazione per i bambini della casa editrice Friedrich Bischoff descrive, con otto pagine supplementari, come nasce questa rivista di 16 pagine.

Nell’aprile 1998 è apparsa la prima edizione in lingua tedesca. Fino ad allora c’era a disposizione solamente la rubrica „Il buon pastore“ integrata nella “Rivista Neo-Apostolica“. Fino ad oggi sono apparse 119 riviste per bambini. Nel frattempo la rivista per bambini è tradotta in francese, russo, olandese e indonesiano. Essa è anche leggibile in forma riassuntiva in inglese, spagnolo, danese, norvegese e italiano, integrata nella rispettiva “Rivista Neo-Apostolica“. I destinatari della rivista per bambini sono bambini tra i quattro ed i quattordici anni. La rivista è concepita da un team di redattori, grafici ed una disegnatrice; la diplomata in letteratura Andrea Schnizer è responsabile per il contenuto.

L’edizione dell’anniversario in aprile riferisce di un’azione di beneficenza: con gioia, la redazione ha deciso di versare 5.000 Euro ad una scuola in India, patrocinata dalla Chiesa Neo-Apostolica!

 

Sui retroscena:

„I nostri bambini sono il futuro“, questo è il titolo di una rivista per bambini della casa editrice Friedrich Bischoff  a Francoforte. Lo scopo è accompagnare i bambini nella fede lungo il loro cammino quotidiano. „Noi bambini“ vuole fornire ai bambini neo-apostolici dei contenuti di fede adattati alla loro età tramite offerte pedagogiche di lettura, gioco e lavori manuali, integrandoli nella comunione della Chiesa. I giovani fratelli e sorelle di fede devono percepire che qui sono sicuri, al riparo e sono amati.