News CNA Internazionale

"Abbiamo cuori sensibili, pieni di compassione"

04.01.2005

Hannover. "Abbiamo cuori sensibili, pieni di compassione per tutte le vittime e per i superstiti colpiti da un dolore di dimensioni inimmaginabili." Queste furono le parole con cui il sommoapostolo Richard Fehr introdusse la sua presa di posizione sul catastrofico maremoto nell'Asia meridionale.

Il servizio divino di Capodanno a Hannover era pure segnato dal dolore indicibile di cui sono toccate molte decine di migliaia di persone nei paesi sull'Oceano Indiano. Subito all'inizio della predica, il sommoapostolo accennò a questi fatti, dicendo: "Ho ricevuto informazioni soltanto frammentarie dalla regione colpita. Appena sapremo di più e potremo fare delle constatazioni sul posto, inizieremo a prestare aiuto. Allora saremo in grado di assistere i nostri fratelli e le nostre sorelle che hanno perso tutto. Lo facciamo volentieri, pensando non solo ai nostri confratelli, ma anche a tutti coloro che hanno subito dei danni. Laddove l'anima è nel cordoglio e molti, in un attimo, hanno dovuto andare nell'eternità impreparati, le nostre preghiere possono recare aiuto."

Nella sua allocuzione il sommoapostolo Fehr menzionò anche il fatto che sulla terra vi sono molti altri luoghi di catastrofe. Nel Darfour, per esempio, 200'000 persone hanno perso la vita a causa di un conflitto armato. Nel Congo, guerra, fame e deportazioni hanno causato la morte di circa tre milioni di persone. "Fratelli e sorelle", disse il sommoapostolo, "tantissime cose succedono su questa terra. Ogni giorno migliaia muoiono di fame e migliaia periscono in guerre e rivolte."

Donazioni per le vittime nell'Asia meridionale possono essere effettuate tramite l'opera di beneficenza della CNA: "NAK-Karitativ" (www.nak.de/karitativ) o altre istituzioni umanitarie della Chiesa Neo-Apostolica.

Seguiranno altre informazioni.