Comunicazioni ufficiali

Molti aiutano molti: la solidarietà neo-apostolica

20.11.2020

foto: M. Gehring

Zurigo. Il sommoapostolo Jean-Luc Schneider ha festeggiato un servizio divino nella comunità di Nürtingen (Germania) all'inizio di novembre 2020. Nel suo servire, egli ha parlato dell'amore di Dio verso gli uomini e dell'amore fraterno gli uni con gli altri. Allo stesso tempo, si è espresso anche su pensieri di solidarietà nelle comunità.

La guida internazionale della Chiesa ha ribadito che è compito del sommoapostolo aiutare le Chiese regionali che si trovano in necessità, che non arrivano a tenersi a galla da sole e che sono dipendenti da mezzi esterni, a partire dal bilancio finanziario della Chiesa Neo-Apostolica Internazionale (CNAI). La CNAI, un'associazione con sede a Zurigo secondo il diritto svizzero, non ha nessun introito: «quanto abbiamo è quello che le Chiese regionali ci danno, quello che le aree d'attività dell’apostolo di distretto ci mettono a disposizione», spiega la guida della Chiesa. Egli è molto riconoscente per il fatto che molti fratelli e sorelle sono disposti a sacrificare e pertanto aiutare altri fratelli e sorelle che si trovano in necessità.

Grazie a tutti i donatori

Un brano dal servire della guida della Chiesa all'8 novembre a Nürtingen: «Ringrazio tutti i donatori, ringrazio i consigli d'amministrazione, le riunioni nei diversi paesi, tutti coloro che sono coinvolti. Sono breve: ringrazio Dio ed ogni figlio di Dio. Grazie per l'atteggiamento fraterno, affinché possiamo aiutare coloro che ne hanno necessità.»

Il conguaglio finanziario ha luogo

Come funziona il trasferimento finanziario alla sede internazionale della Chiesa e l'attribuzione alle diverse Chiese regionali?  CNAI non è una Chiesa regionale con introiti propri. I mezzi finanziari che la CNAI utilizza per promuovere le Chiese regionali che patiscono provengono dalle grandi offerte delle Chiese regionali. Questo sistema di conguaglio finanziario delle Chiese regionali esiste da tempo. La solidarietà all'interno della Chiesa sul mondo intero è sempre stata così grande, di modo che Chiese regionali aventi poche risorse hanno sempre potuto essere aiutate.

La decisione di quale Chiesa regionale sostiene quale progetto spetta al sommoapostolo con il suo comitato di consulenza finanziario. Una Chiesa regionale che ha bisogno di mezzi finanziari supplementari inoltra un piano di progetto ben definito. Il sommoapostolo con la sua amministrazione e il comitato finanziario analizzano ogni anno in autunno la lista dei progetti e promuovono o correggono. Con questo procedimento di domanda e autorizzazione, e la relazione sui progressi, la Chiesa mantiene una grande trasparenza assicurando che i mezzi finanziari sono gestiti e impiegati a dovere.

Sette Chiese regionali

Oggi, sette aree d'attività d'apostolo di distretto su quindici mettono a disposizione una parte degli introiti alla direzione della Chiesa internazionale e pertanto provvedono solidariamente al conguaglio finanziario internazionale.