Comunicazioni ufficiali

Il sommaopostolo spiega la comprensione del ministero

22.10.2017

Zurigo. Retrospettiva, stato delle cose, previsione sulla nuova comprensione del ministero: per la prima volta, la guida internazionale della Chiesa Neo-Apostolica, il sommoapostolo Jean-Luc Schneider, prende personalmente posizione sulle consultazioni in corso.

„L’elaborazione della comprensione del ministero è una questione molto importante per la Chiesa in tutto il mondo“, dice il sommoapostolo Schneider questa domenica in occasione del servizio divino per ministri, in trasmissione satellitare in tutt’Europa. „È nostra intenzione definire in modo chiaro e comprensibile il ministero e la sua struttura, come pure i servizi e le funzioni di direzione.“

Tra consacrazione e nomina

Quale massima commissione di decisione, l’assemblea internazionale degli apostoli di distretto ha dapprima stabilito le basi della comprensione del ministero: l’operare dei ministri è un servizio collegato a plenipotenza divina. Questa plenipotenza viene esercitata nell’ambito di un incarico ministeriale, in un’area di attività definita dalla direzione della Chiesa. La plenipotenza ministeriale è elargito come finora con l’ordinazione.

Un tema centrale dell’ultima assemblea internazionale degli apostoli di distretto a Pentecoste 2017 a Vienna, era: „Funzione di direzione“. Di conseguenza la guida spirituale delle comunità, dei distretti e regioni è esercitata da ministri consacrati. La funzione non è però collegata con il mandato spirituale. Pertanto, questi compiti saranno affidati solo tramite un incarico, normalmente trasmesso da un apostolo. L’incarico è ricevuto in ginocchio.

Oltre ai compiti di direzione, ci sono altri servizi spirituali che non devono essere necessariamente esercitati da un ministro, come le attività di insegnante. Questi servizi saranno affidati da un ministro con funzione di direzione mediante una nomina. A questo proposito si pregherà per la benedizione necessaria per la riuscita del compito. Ogni decisione sarà presentata e descritta nella prossima edizione straordinaria 4/2017 dei “Pensieri guida” per i ministri.

Ripercussione sulla struttura

È già stabilito come si ripercuoteranno le decisioni prese nella cerchia degli apostoli: gli apostoli di distretto hanno una particolare responsabilità di direzione e saranno in futuro incaricati per il loro servizio. Il sommoapostolo e gli aiutanti d’apostolo di distretto saranno invece nominati. Il sommoapostolo sarà tuttavia ordinato perché egli esercita il servizio di Pietro e amministra il potere delle chiavi e con questo assume la direzione della Chiesa intera.

La differenza tra ministero spirituale e funzione di direzione avrà ripercussioni sul ministero sacerdotale, dice il sommoapostolo. Egli pone la domanda se il sistema gerarchico di oggi è ancora adeguato ai bisogni attuali della Chiesa. „È mia convinzione che abbiamo sempre più bisogno di chiare responsabilità ben definite, compiti precisi e soprattutto flessibilità!“

I prossimi passi

La guida della Chiesa annuncia che: „Nei prossimi mesi ci occuperemo dapprima dei ministri sacerdotali e poi del ministero di diacono. Le ordinazioni effettuate finora restano pienamente valide! Non mettiamo la Chiesa sottosopra!“ Altre domande - come incarichi ministeriali rivestiti da donne - possono trovare risposte solo quando le strutture basilari sono chiarite.  

Una decisione pratica è già stata presa: concerne la conduzione dei servizi divini. Finora, questa era di competenza del «più alto» ministro presente. „Visto che i ministri sacerdotali hanno la stessa potenza ministeriale, non è imperativo seguire la gerarchia per quello che concerne la conduzione dei servizi divini.“ Per questo, anche in assenza del conducente, i sacerdoti potranno guidare i servizi divini. L’apostolo di distretto regola l’attuazione.

„Come sommoapostolo, è per me un compito sacro poter guidare il processo di decisione e far sì che le decisioni abbiano un effetto benedicente per tutta la Chiesa sul mondo“, dice Jean-Luc Schneider. „Capisco che qua e là ci sia un po’ di impazienza. Ma insisto, affinché facciamo un lavoro accurato; ci vuole molto tempo, ma è indispensabile per l’unità della Chiesa.“

Altri resoconti del sommoapostolo e delle decisioni della riunione degli apostoli di distretto possono essere letti sul portale nac.today.