Comunicazioni ufficiali

La liturgia della Chiesa Neo-Apostolica viene ampliata ancora quest’anno

21.06.2010

Foto: NAK-BB

Zurigo. Con l’inizio dell’anno ecclesiastico la Chiesa Neo-Apostolica introduce, su tutto il mondo, una liturgia ampliata. La guida internazionale della Chiesa, il sommoapostolo Wilhelm Leber, ha scritto a tutti i ministri della Chiesa ponendo la prima domenica d’Avvento 2010 quale punto di partenza; già a tale momento, egli vuole suscitare l’interesse per il cambiamento.

„Il servizio divino è l’avvenimento centrale nella nostra Chiesa. È più di una riunione della comunità, poiché Dio si avvicina a noi e ci dona la sua salvezza”. Sono le prime parole con le quali il sommoapostolo inizia la sua informazione a tutti i ministri della Chiesa. Egli fa notare che, nella cerchia degli apostoli di distretto, si è riflettuto su come si potrebbe rendere il servizio divino più festoso. Infine, la riunione autunnale degli apostoli di distretto dell’anno scorso, ha deciso di introdurre un ampliamento della liturgia attuale. Il servizio divino non è solamente l’annuncio della parola di Dio, ma è anche il momento in cui si prega, si assiste agli atti sacramentali, si riceve la benedizione e si canta. „Voglio soprattutto indicare la Santa Cena, che si festeggia in ogni servizio divino.“

Due punti essenziali

Il sommoapostolo Leber comunica a tutti i ministri che due punti essenziali della liturgia attuale cambiano: durante il servizio divino nei giorni festivi cristiani, si faranno letture dalla Bibbia. Inoltre, la celebrazione della Santa Cena sarà maggiormente evidenziata quale atto sacramentale.

Domenica prossima, la lettera del sommoapostolo sarà letta in tutte le comunità del mondo intero. I ministeri sono invitati a seminari di istruzione a partire da luglio 2010.