Comunicazioni ufficiali

Preghiere per la pace sul mondo intero 2009

01.09.2009

La parola ebraica „schalom“ per „pace“ significa salvezza, interezza, incolumità (grafico: libero)

Zurigo. Già da alcuni anni la Chiesa Neo-Apostolica partecipa alle preghiere per la pace nel mondo intero, le quali hanno luogo ogni anno in settembre. Il Consiglio Ecumenico delle Chiese (WCC / CEC), con sede a Ginevra, esorta le Chiese a partecipare a questo evento delle Nazioni Unite. Nella risoluzione ONU n° 55/282 del 2001, il 21 settembre è fissato come “Giornata internazionale della pace”.

„Il tema della pace è importante anche per noi“, scrive la guida internazionale della Chiesa, il sommoapostolo Wilhelm Leber, a tutti gli apostoli attivi sul globo. Anche se la pace totale può essere creata solamente da Gesù Cristo, „ci sforziamo e ci diamo da fare per assicurare la pace terrena“. Il sommoapostolo esorta i ministri neo-apostolici a pregare il Signore, affinchè egli possa donare la saggezza necessaria ai portatori di responsabilità su tutta la terra.

Come base per i servizi divini del 20 settembre, è posta la parola in Isaia 57, 18-19 dove, tra l’altro, vè scritto: „Pace, pace a chi è lontano e a chi è vicino“.

Potete leggere di più sul sito della giornata internazionale della pace “sormontare la violenza” del Consiglio Ecumenico delle Chiese.