Archivio

Comunicato della Chiesa Neo-Apostolica sulla teoria dell'evoluzione

(11.11.2004) Zurigo. La Chiesa Neo-Apostolica ritiene che la teoria dell'evoluzione non offra una spiegazione appropriata della creazione, perché questa teoria non include nelle sue considerazioni Dio quale Creatore. D'altro canto la Chiesa reputa che le scoperte scientifiche sull'evoluzione non siano in contrasto con le affermazioni della Bibbia. [leggi]

Preannuncio: Stabilito un nuovo profilo di requisiti per l'istruzione dei confermandi

(22.10.2004) Nizza. Nell'assemblea degli apostoli di distretto, svoltasi a Nizza dal 22 al 24 settembre 2004, è stato ridefinito il profilo dei requisiti per l'istruzione dei confermandi. Finora questo insegnamento veniva impartito unicamente da ministri sacerdotali, mentre in futuro tutte le forme d'insegnamento della Chiesa Neo-Apostolica potranno essere svolte da uomini e donne. [leggi]

Preannuncio: La Bibbia rappresenta il fondamento della dottrina neo-apostolica

(22.10.2004) Nizza. L'assemblea degli apostoli di distretto, svoltasi a Nizza dal 22 al 24 settembre 2004 ha ribadito che la Bibbia è riconosciuta e considerata come il fondamento religioso della dottrina della Chiesa Neo-Apostolica. Valgono come norma soprattutto le affermazioni del Nuovo Testamento, in particolare le parole di Gesù e le epistole degli apostoli. [leggi]

Nuova affermazione concettuale sulla "Grande Tribolazione"

(22.10.2004) Nizza. Un tema di ricco contenuto, approfondito nell'assemblea degli apostoli di distretto a Nizza dal 22 al 24 settembre 2004, è intitolato "La Grande Tribolazione". Con ciò s'intende un avvenimento che è descritto più volte nell'Apocalisse di Giovanni. [leggi]

Preannuncio: Presa di posizione della Chiesa Neo-Apostolica in merito alla teoria dell'evoluzione

(04.06.2004) Zurigo. La Chiesa Neo-Apostolica è del parere che la teoria dell'evoluzione non offra una spiegazione appropriata della creazione, perché questa teoria non include nelle sue considerazioni il Creatore, cioè Dio. D'altro canto la Chiesa ritiene che le conclusioni scientifiche riguardanti l'evoluzione non siano in contrasto con le affermazioni della Bibbia. [leggi]

Preannuncio: La Chiesa Neo-Apostolica decide di introdurre un nuovo concetto per la cura della gioventù

(04.06.2004) Zurigo. A fine aprile la direzione della Chiesa ha dato l'avvio ad un nuovo concetto unificato per la cura della gioventù nella Chiesa Neo-Apostolica. Esso dovrà essere introdotto e applicato gradualmente dapprima nelle Chiese regionali dell'Europa e dell'America del Nord. [leggi]

La Chiesa Neo-Apostolica decide di creare un nuovo testo fondamentale

(03.06.2004) Zurigo. Che cos'è la Chiesa Neo-Apostolica? Qual è il suo insegnamento, quali sono le sue origini, qual è la sua posizione nei confronti dello Stato e della società? Queste e altre domande trovano risposta nel rispettivo catechismo di una Chiesa - finora la Chiesa Neo-Apostolica non dispone di un simile testo fondamentale. A disposizione c'è soltanto il libro didattico "Domande e risposte", riveduto per l'ultima volta nel 1992. Ora la direzione della Chiesa ha deciso di creare un nuovo testo di base. [leggi]

Presa di posizione della Chiesa Neo-Apostolica riguardante il comportamento sessuale

(02.06.2004) Zurigo. La direzione della Chiesa prende posizione in riguardo a certe domande che concernono il comportamento sessuale nel matrimonio e fuori di esso, tenendo conto degli svariati ambiti culturali in cui la Chiesa opera nel contesto mondiale. Con il suo atteggiamento in tal senso, la Chiesa sostiene tutti gli sforzi della società per una particolare protezione del matrimonio e delle famiglie. [leggi]

La Chiesa Neo-Apostolica prepara una nuova presa di posizione riguardante il concetto del peccato

(02.06.2004) Zurigo. Esistono "grandi" peccati e ne esistono anche dei "piccoli"? In quali casi un peccato è più grave di un altro? Durante la riunione degli apostoli di distretto, svoltasi a Zurigo dal 28 al 30 aprile 2004, il sommoapostolo e gli apostoli di distretto si sono occupati di queste e di altre domande simili. Ne è scaturita una nuova presa di posizione riguardante il concetto del peccato, della quale potranno prendere conoscenza gradualmente dapprima i ministri della Chiesa e in seguito tutti i membri e tutti gli interessati. [leggi]