Parola del mese

Guidati sui giusti sentieri

Agosto 2002

L'autore dei Proverbi consiglia: "Riconoscilo [il Signore] in tutte le tue vie ed egli appianerà i tuoi sentieri" (Proverbi 3, 6). Con fede e timore reverenziale riconosciamo Dio, il Signore, nella sua sublime autorità, e fiduciosi ci lasciamo da lui guidare in tutte le nostre vie. Abbiamo la ferma certezza che lui ci assisterà e ci aiuterà a tempo debito.

Le vie da percorrere sono molteplici.

È importante che noi rimaniamo sulla via della fede, poiché solo su questa via potremo avvicinarci a Dio. Per fare questo è necessario anche che percorriamo una via d'apprendimento, frequentando la scuola divina per essere preparati in vista del nostro futuro. L'insegnamento è composto di svariate materie: si può imparare la lingua dello Spirito Santo, si impara a contare sulla benedizione divina. Nelle lezioni di geografia divina gli allievi vengono familiarizzati con la grandezza dell'Opera di Dio, ma anche con i suoi confini, con il monte delle beatitudini e con il mare della misericordia.

Taluni devono percorrere una via delle prove, e in questi casi si tratta di dimostrare che abbiamo fede e che confidiamo in Dio anche nei tempi difficili. Chi è aggravato da preoccupazioni e dolori, chi soffre di malattie del corpo o dell'anima, può confidare nel Signore e gettare il suo peso su di lui. Quale sentimento beatificante, dopo aver superato bene la prova e dopo aver potuto in questo modo fare un piccolo passo in avanti!

Per raggiungere la meta occorre anche procedere sulla via dei vincitori. Bisogna resistere alla tentazione del peccato, il quale porta alla separazione da Dio. Sulla via verso la meta è anche importante essere pronti alla riconciliazione; talvolta è difficile perdonare dopo aver subito un'ingiustizia. Ma se serbiamo rancore e non siamo in grado di perdonare, allora ci opprimerà un peso ancora maggiore.

Talvolta simili vie ci appaiono avvolti dal buio e pieni di ostacoli, ma se confidiamo nel Signore riceveremo da lui le forze necessarie per proseguire sino alla fine.

Tutti insieme ci muoviamo pure sempre di nuovo sulla via alta sotto i raggi del sole, perché nella nostra vita risplende Gesù Cristo, la vera luce. Ogni tanto sorgono anche delle nebbie, simbolo del dubbio, ma la luce della grazia è in grado di scacciarle. Quando il Signore opera sull'anima nostra con la parola e con la grazia, i dubbi svaniscono, la fede si consolida e si rafforza. Con un tale equipaggiamento e guidati dal Signore procediamo con tanta gioia. Questa gioia è giustificata, perché sappiamo che la nostra via verso la patria ci conduce alla casa del Padre. Quali figlioli dell'Altissimo siamo pure i suoi eredi, ed egli prepara per il suo popolo l'eterna magnificenza.

(Da un servizio divino del sommoapostolo)

 

Parola del mese

Dare e avere

(Dicembre 2019) L'ultima pagina del calendario ci rammenta che l'anno volge inesorabilmente al termine. Quello che... [leggi]