Parola del mese

Edificazione e consolidamento

Gennaio 2002

Edificazione e consolidamento sono possibili soltanto in tempi di pace. La guerra, invece, porta distruzione e desolazione; tutte le forze si concentrano allora sull'attacco o sulla difesa. Ma in tempo di pace prosperano il benessere e l'agiatezza, la cultura e le scienze possono progredire. Ecco perché il salmista Davide riteneva molto importante poter costatare: "Il Signore benedirà il suo popolo dandogli pace." (cfr. Salmo 29, 11).

Edificazione e consolidamento - due concetti dello stesso ramo, ma diversi nel loro significato. Nella costruzione di una casa si pensa dapprima all'edificazione: mattone su mattone ed infine il tetto. Dopo ci si occupa delle rifiniture. Soltanto allora si mettono in opera gli allacciamenti di luce e acqua, si applicano le tappezzerie delle stanze, si mettono le tende alle finestre e si collocano i mobili nelle diverse stanze. Se l'edificazione e le rifiniture si completano in modo coerente, sorge una casa d'abitazione ben riuscita e armoniosa.

Il quadro appena descritto può essere paragonato anche con l'Opera di Dio. Se l'Eterno dà pace al suo popolo e se siamo capaci di mantenerla - nei nostri cuori, nelle comunità, nei distretti -, allora nell'Opera di Dio possono avere luogo l'edificazione e il consolidamento. Che cosa significa? Significa che ci vuole ancora uno sviluppo esteriore. L'appello è rivolto ad ogni singolo, di essere un fedele testimone della lieta novella di Gesù, del Vangelo - da un lato mediante il proprio comportamento, con gentilezza e con un atteggiamento amorevole, dall'altro lato anche con una gioiosa confessione della propria fede.

Ma siamo anche interessati al consolidamento, alle rifiniture. L'Opera di Dio, anzi, ogni sin­go­lo di noi, deve crescere anche interiormente, per far sì che si manifestino sempre di più le virtù di Cristo. Vogliamo dimostrare maggiore capacità di sopportazione nel combattimento della fede e della vita, vogliamo essere fedeli nel puro amore, essere pronti alla riconciliazione e collaborare nell'ambito della comunità, in modo da consolidare la comunione tra i figlioli di Dio. Lasciateci dunque andare incontro al fratello e alla sorella con gentilezza e grande stima, sostenendoli nei loro affanni e pregando per loro, se dovessero avere difficoltà nella fede.

"Il Signore benedirà il suo popolo dandogli pace." Nella pace prospera il benessere. Nel cam­po materiale si pensa allora a cibo, vestiario e alloggio. E come stanno le cose per quanto con­cerne il benessere spirituale? In ogni servizio divino il Signore ci regala il cibo per l'anima e l'acqua della vita, ci dà pure le vesti della salvezza, e sopra la comunione dei figlioli di Dio si estende il "tetto" della grazia. Siamo felici e riconoscenti per il fatto che il Signore abbia creato tutte le premesse per l'edificazione, il consolidamento e le rifiniture. Pertanto vogliamo anche noi impegnarci attivamente affinché la sua Opera sia compiuta al più presto.

(Da un servizio divino del sommoapostolo)

 

Parola del mese

I posti migliori

(Agosto 2019) Sui media, i “ranking” o classifiche sono molto prediletti e appartengono alle notizie più lette e... [leggi]