Parola del mese

I miracoli del tempo attuale

Agosto 2000

Anche nel nostro tempo il Signore si manifesta al suo popolo con diversi miracoli; tuttavia per riconoscerli occorre il timor di Dio. Chi vuole vedere dapprima dei segni, per poi credere in un secondo momento fraintende il giusto ordine divino. La preziosa pianta del timor di Dio può crescere nel cuore di colui che si avvicina all'altare di Dio cercando la salvezza ed accettando con fede la parola operata dallo Spirito. Chi rimane nell'insegnamento di Gesù, pratica un'intensa vita di preghiera e riceve in modo degno la Santa Cena, accresce in sé il timor di Dio. Ciò porta a sviluppare il proprio interiore in un modo piacevole a Dio, condizione fondamentale per raggiungere infine il compimento. E chi ha nell'anima il timor di Dio, esperimenta anche ai nostri giorni miracoli e segni.

Se si parla di miracoli, la gente pensa per lo più alla guarigione di sofferenze fisiche. Indubbiamente Gesù ha guarito dei malati - a prova del suo potere divino. Ma il suo incarico aveva un altro obiettivo: la redenzione dell'umanità dalla schiavitù del maligno. Non è dunque un miracolo più grande se vengono guarite le malattie dell'anima? A tal fine la "farmacia divina" ha molteplici rimedi - contro il dubbio, contro l'incredulità, persino contro l'odio e l'invidia.

Non è forse un miracolo se un dubitatore diventa un fautore dell'opera di Dio, se un beffeggiatore, che ha deriso tutte le cose divine diventa un pregatore, se un incredulo diventa un seguace di Cristo? Quanto è grande il miracolo quando il Signore concede grazia ai peccatori!

Segni e miracoli - il timorato di Dio li percepisce. La grazia che il Signore ci concede è un segno grandioso del suo amore e delle sue premure . Se mediante la parola di Dio entrano nel nostro cuore la pace, la gioia e la fiducia, se l'irrequietezza di questo tempo si placa e troviamo rifugio nella comunione dei figlioli di Dio, il Signore ci dà dei segni stupendi assistendoci e guidandoci meravigliosamente. E se la certezza della fede rende sicura il nostro cammino verso la meta, se possiamo seguire con fede vincendo sempre di più le nostre debolezze - non sono questi atti miracolosi di Dio alla nostra anima?

Ma il più grande miracolo avverrà quando il Figliol di Dio tornerà e avremo la grazia di entrare nella magnificenza eterna.

Cordialmente,<br/> suo

Richard Fehr

 

Parola del mese

I posti migliori

(Agosto 2019) Sui media, i “ranking” o classifiche sono molto prediletti e appartengono alle notizie più lette e... [leggi]