Parola del mese

Praticare la verità

Marzo 2000

Quando Gesù si trovava dinanzi a Pilato e ammise di essere venuto nel mondo per testimoniare della verità, il governatore romano gli domandò: "Che cos'è verità?" (cfr. Giovanni 18, 38). Questo nobile romano aveva indubbiamente già esperimentato nella sua carriera molti intrighi, trame e manovre per cui evidentemente dubitava dell'esistenza di una verità davvero oggettiva. Nella vita umana è sovente alquanto difficile appurare il contenuto di verità di un'affermazione oppure l'esatto decorso di un evento. Ma nulla si può togliere alla verità divina.

Che cos'è la verità divina?

Innanzi tutto l'ordine universale la legge della semina e del raccolto. Non dimentichiamo mai che l'uomo deve mietere ciò che ha seminato. Se si avesse sempre dinanzi agli occhi questa conseguenza inevitabile, sovente si sarebbe più prudenti quando si semina.

Dio stabilì pure che il settimo giorno, in cui riposò da tutte le sue opere, è santificato e dev'essere ritenuto santo. Al giorno d'oggi questo comandamento viene trascurato come mai finora. Quali figlioli dell'Altissimo vogliamo attenerci all'accenno di Gesù mentre parlava con Nicodemo: "...ma chi mette in pratica la verità viene alla luce, affinché le opere sue siano manifestate, perché son fatte in Dio" (Giovanni 3, 21).

Gesù disse di sé: "Io son la via, la verità e la vita" (cfr. Giovanni 14, 6). Sono dunque verità anche i comandamenti e gli accenni di Gesù. Cosa ha ordinato per esempio il Figliol di Dio? "Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta l'anima tua". E inoltre: "Ama il tuo prossimo come te stesso" (cfr. Matteo 22, 37-39).

L'operare universale dello Spirito Santo - non solo all'altare, bensì in tutti noi, ci porta del continuo nella verità. Il Consolatore mandato da Dio risveglia dei pensieri, incrementa dei sentimenti e dà dei suggerimenti, cosicché veniamo condotti e guidati in modo meraviglioso. Sono verità divine anche le promesse del Padre e del Figliol suo. Attendiamo la rivenuta di Gesù che prenderà con sé i suoi. Procediamo così nella verità e veniamo alla luce, a Dio, sorgente della luce. E colà saranno manifeste le opere che sono state praticate in Dio: opere della fede, dell'amore, del sacrificio, della fedeltà, dell'unione!

Cordialmente<br/> suo

Richard Fehr

 

 

Parola del mese

I posti migliori

(Agosto 2019) Sui media, i “ranking” o classifiche sono molto prediletti e appartengono alle notizie più lette e... [leggi]