Parola del mese

Amare Gesù

Maggio 1999

Gesù ha menzionato un'azione reciproca che occorre riconoscere: se si ama Gesù, si osservano i suoi comandamenti. Il Figliol di Dio ha portato a un denominatore unico la pluralità dei comandamenti e delle leggi, che vennero date al primo popolo del Patto: "Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta l'anima tua e con tutta la mente tua" e "Ama il tuo prossimo come te stesso" (cfr. Matteo 22, 36-40).

Non è poi tanto facile amare Dio sopra ogni cosa e concedergli sempre il primo posto. Ed osservare pure l'altro comandamento, cioè quello di amare il prossimo come sé stesso, costa spesso molti sforzi. Ciò nonostante ai figlioli di Dio questo è possibile, se si impegnano ad osservare questi comandamenti. "Perché", come l'apostolo Paolo testimonia nell'epistola ai Romani, "l'amor di Dio è stato sparso nei nostri cuori per lo Spirito Santo" (Romani 5, 5). Se creiamo lo spazio a questo amore, affinché possa svilupparsi e crescere, riceviamo la forza per osservare i comandamenti di Gesù.

Dio ci ha amati per primo. Il profeta Geremia ha già saputo elogiare questo amore molto tempo prima della nascita di Gesù: "Sì, io t'amo d'un amore eterno; perciò ti prolungo la mia bontà" (Geremia 31, 3). Per amore verso gli uomini Dio ha mandato il Figliol suo, per amore Gesù Cristo ha compiuto il suo sacrificio, onde liberare l'umanità caduta nel peccato dal diritto vantato dal maligno e rendere così possibile la redenzione. Questo amore vale anche per noi, che quasi duemila anni dopo viviamo su questa terra. Se consideriamo quali forze si svilupparono nell'amore di Dio, per conquistare le nostre anime, non dovrebbe essere difficile per noi contraccambiare questo amore con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutta la mente e andare incontro oltre a ciò senza pregiudizi a tutti gli uomini, in modo cordiale e disposti ad aiutare.

Questo lo dovremmo fare con maggior zelo, tanto più che Gesù vi ha collegato una promessa: "...chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e voi in me ed io in voi" (Giovanni 14, 21). Cosa può esserci di più bello?

L'amore per Gesù è il segreto della nostra forza. Da questo amore proviene la forza per aver fede, per sacrificare, per il seguimento. Ed in cambio il Signore si manifesta a noi nella sua parola della verità, che porta luce e vita, conduce nella giusta libertà, trasmette pace, gioia e consolazione.

Cordialmente<br/> suo

Richard Fehr

 

 

Parola del mese

I posti migliori

(Agosto 2019) Sui media, i “ranking” o classifiche sono molto prediletti e appartengono alle notizie più lette e... [leggi]