Parola del mese

Beni eterni

Febbraio 1998

Il Signore conosce tutti i nostri giorni; i giorni di gioia e di felicità gli sono noti al pari dei giorni di cordoglio, di sofferenze, di prove e di preoccupazioni. Non importa cosa dobbiamo sperimentare - il Signore sa esattamente a cosa andiamo incontro. Con riconoscenza prendiamo ogni giorno dalla sua mano e rimettiamo nuovamente ogni giorno il bene e il male nella sua mano. Non importa cosa ci capita in quanto a gioia e dolore, a preoccupazioni, pene, difficoltà, tentazioni e prove - il Signore deve sapere e conoscere ogni cosa. E se commettiamo uno sbaglio, non vogliamo nasconderci, bensì chiedere pentiti il suo perdono. "L'Eterno conosce i giorni degli uomini integri; e la loro eredità durerà in perpetuo" (Salmo 37, 18).

Cosa significa in fondo essere integri? Essere sinceri, devoti a Dio, confidare in lui e amarlo, questo significa essere integrin. Ma ciò è possibile solo a chi è timorato di Dio e possiede una fede viva.

Cosa fa parte di questo bene? In primo luogo la parola di Dio; questa rimane in eterno. "Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno", disse il Figliol di Dio (Matteo 24, 35). La parola di Dio dev'essere e deve rimanere il punto centrale della nostra vita. Allora abbiamo un bene di valore eterno.

Pure la grazia è un bene che ha i suoi effetti per tutta l'eternità. Cosa saremmo senza la grazia? Nessuno potrebbe giungere al compimento, nessuno potrebbe diventare degno per l'eterna comunione con Dio e col Figliol suo. Finiremmo nel giudizio, carichi di peccati. Accettiamo dunque la grazia che ci viene offerta sempre di nuovo dai messaggeri di Gesù.

Dei beni che rimangono in eterno fa parte anche l'amore. Preserviamo questo bene che è stato messo nel nostro cuore per mezzo dello Spirito Santo; diamo spazio all'amore, affinché possa svilupparsi. Anche la pace di Dio, che circonda il trono dell'Altissimo come luce, sussiste in eterno. La stessa cosa vale per la verità, nella quale ci guida lo Spirito Santo, per la benedizione che ci accompagna in tutta l'eternità e per la fedeltà che ci dona il Padre celeste.

Quale ricchezza eterna perviene a coloro che procedono in modo che il Signore possa riconoscere tutti i loro giorni!

Cordialmente<br/> suo

Richard Fehr

 

 

Parola del mese

Linguaggio

(Luglio 2019) Il linguaggio dice molto riguardo a una persona. Il modo come parla, le parole che usa, le... [leggi]