Parola del mese

Pensieri per l'Anno Nuovo

Gennaio 1998

"Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno". (Ebrei 13, 8)

È caratteristica dell'uomo indagare continuamente il futuro. Alla soglia del nuovo periodo molti si chiedono cosa ci riserverà. Quindi si consultano gli oracoli e vengono fatte delle ipotesi su svariate cose. Molti desideri sono collegati con il nuovo anno e grandi speranze sono riposte nel futuro.

Guardiamo nel nuovo anno con uno spirito vivo e ci orientiamo verso valori duraturi, imperituri ed eterni. Hanno la loro origine e consistenza nell'onnipotenza di Dio e trovano espressione vivente nelle virtù del suo Figliolo. La nostra fede ha un fondamento solido: Gesù Cristo! Con lui camminiamo in avanti gioiosi ed imperturbati. La sua apparizione attuale e visibile nei suoi servi e la sua ininterrotta attività tramite lo Spirito Santo ci accompagneranno certamente anche nel tempo a venire.

L'Evangelo di Gesù Cristo trasmette felicità e gioia; porta l'adempimento di tutti i desideri, che possono essere riassunti in una frase: Partecipare alla Prima Risurrezione!

Sia maggiormente ancorata in noi, anche nel futuro, la consapevolezza che la nostra fede e tutte le nostre speranze ad essa collegate si adempiranno, se rimaniamo ben saldi sulla roccia di Gesù Cristo.

Con i migliori auguri di Buon Anno<br/> suo

Richard Fehr

 

 

Parola del mese

Con piena potenza

(Novembre 2019) Lo Spirito Santo agisce con forza, questo a suo tempo, come oggi e pure domani. Lo Spirito Santo... [leggi]