Parola del mese

Una questione di movimento

Settembre 2019

Chi prega vorrebbe mettere in moto qualche cosa. Quando abbiamo una preoccupazione e la portiamo in preghiera a Dio, allora cerchiamo di muovere il suo cuore, affinché possa occuparsi del problema. Quando intercediamo per qualcuno, desideriamo che Dio si occupi del prossimo. Se preghiamo per la rivenuta di Cristo, allora vogliamo che ci sia "movimento" in merito, per raggiungere finalmente la meta della fede.  

Ci si domanda allora: si muove qualche cosa in noi? La nostra preghiera è collegata con un movimento spirituale?

Detto altrimenti: possiamo muovere il cuore di Dio anche se in noi non c`è movimento spirituale? Certamente no.

Anche se preghiamo ogni giorno e domandiamo la stessa cosa: la preghiera deve essere un lavoro spirituale e questo lavoro non funziona senza movimento interiore.  

Impulsi da un servizio divino del sommoapostolo

Parola del mese

Con piena potenza

(Novembre 2019) Lo Spirito Santo agisce con forza, questo a suo tempo, come oggi e pure domani. Lo Spirito Santo... [leggi]