Parola del mese

Linguaggio

Luglio 2019

Il linguaggio dice molto riguardo a una persona. Il modo come parla, le parole che usa, le espressioni che adopera, tutto ciò svela parecchi aspetti della persona, della sua indole, della sua vita, della sua istruzione, della sua personalità e dell'ambiente che frequenta. Il linguaggio permette anche di trarre delle conclusioni sulla provenienza. Così, dalle particolarità del linguaggio si può riconoscere se qualcuno proviene dal Nord o dal Sud della Germania, dalla Germania occidentale o orientale. Anche nel caso di Pietro era la lingua, il dialetto, a far capire che era Galileo e a smascherarlo come uno «di quelli» che stavano con Gesù. Il suo parlare rivelò da dove venina e chi frequentava.

Non si dovrebbero riconoscere anche i cristiani in base al loro linguaggio? Già solo per il fatto che certe parole e modi d'esprimersi non fanno parte del loro vocabolario. Anche perché parlano «sempre con grazia», persino quando sono oltraggiati, come Paolo raccomandava ai suoi fratelli e alle sue sorelle. E perché in tutto ciò che dicono, fanno attenzione a piacere a Dio, il quale scruta i cuori.
A ogni modo, di tanto in tanto un "esame linguistico" non fa male.

Impulso da un servizio divino del sommoapostolo

Parola del mese

Con piena potenza

(Novembre 2019) Lo Spirito Santo agisce con forza, questo a suo tempo, come oggi e pure domani. Lo Spirito Santo... [leggi]