Parola del mese

Dio è fedele

Gennaio 2018

Un anno nuovo inizia sempre con delle aspettative: come sarà l’anno nuovo? Cosa succederà? Ci tenta uno sguardo nel futuro e si fanno delle prognosi, anche se con riserva.

Anche per quello che concerne la Chiesa, i distretti e le comunità, abbiamo delle aspettative per l’anno nuovo, pur con molte domande: come si evolve lo sviluppo della Chiesa? Cosa possiamo fare per influenzarlo? Come si va avanti?

Visto in modo realistico bisogna dire: non possiamo prevedere il futuro. Anche le nostre possibilità per influenzare sviluppi o addirittura controllarli sono molto limitate. Ma, a differenza di molti interventi umani, abbiamo un motivo irrevocabile pieno di fiducia, speranza e ottimismo per guardare nel futuro. Il motivo è: Dio è fedele! Si può fare affidamento sulla sua parola. Egli mantiene le sue promesse. Egli rimane con i suoi apostoli fino alla fine del tempo e completerà la sua Chiesa. Egli benedirà anche l’anno nuovo, questo è sicuro come l’Amen nella Chiesa.

Impulsi da un servizio divino del sommoapostolo

Parola del mese

Le domande giuste

(Aprile 2018) Dio ha creato l'uomo dandogli la libera volontà. Egli non ci impone quello che dobbiamo fare; ci... [leggi]