Parola del mese

Sorpresa

Maggio 2017

Ascoltiamo una parola, magari la conosciamo a memoria perché l’abbiamo già sentita cinque volte; improvvisamente però Dio le dà un significato particolare, magari l’abbiamo sentita da bambino. Vecchia parola conosciuta, ma sorprendente nuova! Così non l’abbiamo mai sentita.

Il coro canta un inno, magari non interpretato così bene, un inno che conosciamo a memoria da anni, ma oggi, in questo servizio divino lo ascoltiamo altrimenti.  Lo Spirito Santo ci ha rivelato qualche cosa di particolare nella strofa cantata, qualche cosa a cui noi non abbiamo mai fatto caso. Improvvisamente constatiamo: oggi ho veramente capito queste parole. Effettivamente è così!

Il buon Dio può sorprenderci attraverso un pensiero, un sentimento di cuore, dove possiamo dire: questo era proprio per me, per me personalmente.

Egli può sorprenderti con una benedizione inattesa. Improvvisamente ti fa sentire un’inaspettata gioia. Egli ti dona un beneficio che non ti sei aspettato da un fratello, una sorella o un conoscente.  Improvvisamente ti accorgi: questa è benedizione del Signore!

Egli può anche sorprenderti con il suo aiuto. Magari pensi: non succederà più; devo capacitarmi, tutto resta così com’è. E improvvisamente, il buon Dio ti sorprende con il suo aiuto.

Anche se sulla tua via di fede tutto è grigio, consumato e usato, non scoraggiarti: ancora oggi tuo Padre può sorprenderti con la sua benedizione e il suo aiuto!

Impulsi da un servizio divino del sommoapostolo

Parola del mese

Peccare un po‘

(Luglio 2017) Chi cerca di alimentarsi in modo sano, cercherà di rispettare regole definite. Se si riesce a... [leggi]