Parola del mese

Riconoscere Dio e la sua creazione

Aprile 2017

Il motto dell’anno: „Gloria a Dio, nostro Padre“ comporta tre compiti che vogliamo eseguire nel 2017. Riconoscere la gloria di Dio e il suo operare è l’inizio. Riconoscere la gloria divina, in tutta la sua grandezza, è molto esigente. Lo Spirito Santo ci dà la possibilità di comprendere l’operare di Dio. Che cosa bisogna riconoscere?

  • Dio ha creato il mondo visibile. Tutto proviene da Lui. La sua volontà è l’origine di ogni cosa. Riconosciamo Dio quale creatore e non dubitiamo della sua qualità d‘autore: „Se sono colpiti dalla loro potenza e attività, pensino da ciò quanto è più potente colui che li ha formati.
    Difatti dalla grandezza e bellezza delle creature per analogia si conosce l'autore“ (Sapienza 13,4–5).
  • Dio ha creato il mondo invisibile. Oltre alla creazione materiale visibile, Dio ha creato il mondo spirituale. A questo mondo appartiene l’anima vivente di ogni essere umano. Dio ha tracciato la via in modo che l’uomo possa nuovamente ritornare nella comunione con Lui: „Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna“ (Giovanni 3,16). Lo Spirito Santo ci dice: questa è la via!
  • Dio mette la creazione a disposizione dell‘uomo. Egli è e resta proprietario della sua creazione e provvede che in essa tutto segue il suo corso.  Egli ci ha affidato la responsabilità della creazione visibile: „… soggiogatela e dominate “ (Genesi 1,28). Vogliamo trattare la sua creazione accuratamente e le sue risorse con responsabilità.

Vogliamo riconoscere e apprezzare Dio come il creatore. La creazione visibile e invisibile è stata creata per tutti gli uomini. Questa conoscenza è base per la nostra lode e ringraziamento, affinché possiamo parlare di Dio e annunciare la sua gloria.  

In questo senso auguro a tutti noi dei grandiosi scorci nelle dimensioni divine.

Sommoapostolo Jean-Luc Schneider (da: NF 07/2017)

Parola del mese

Isolamento

(Giugno 2017) La disparità tra gli uomini può essere un grande arricchimento e rafforzamento. Ci si può... [leggi]