Parola del mese

Ancora un giro?

Febbraio 2014

Il messaggio della festa di Pentecoste 2013, espressa dal sommoapostolo Wilhelm Leber con tutta la pienezza del suo ministero, dice: „Ecco la tua salvezza giunge!“ (vedi Isaia 62,11). Da allora, questa promessa ci accompagna tutti i giorni.

Da Pentecoste 2013 sono passati molti mesi, si potrebbe dire che è storia. Siamo già nel 2014 e da Pentecoste 2013 non è cambiato nulla di particolare: la salvezza che aspettiamo non è ancora arrivata. Tutto è come prima, tutto è come è sempre stato! E dove è la promessa? Nulla è cambiato.

Non è una cosa che conosciamo? L’apostolo che ha trattato queste voci nella sua lettera, ha dato una risposta chiara: non ingannatevi! Il giorno del Signore arriverà, come un ladro nella notte, improvviso e inatteso.

Pensiamo alla storia della presa di Gerico: i figli d’Israele si trovavano davanti a Gerico, ma la città era chiusa – nessuno poteva entrare e nessuno poteva uscire. Gli abitanti si erano barricati. Dio disse a Giosué: „Voi tutti dunque, uomini di guerra, marciate intorno alla città, facendone il giro una volta; così farai per sei giorni .“ (vedi Giosuè 6, 3) E così fecero, ma non è capitato nulla, proprio nulla.  

Hanno marciato in giro al primo giorno, al secondo, al terzo, al quarto, al quinto e al sesto, ma non è capitato nulla. Che cosa hanno pensato gli abitanti di Gerico vedendo questa strana processione? Magari hanno guardato curiosamente dalle mura della città: guardate un pò, a cosa vogliono arrivare?

Al secondo giorno la stessa cosa: sono sempre qui e marciano ancora una volta attorno alla città.

Al terzo giorno la stessa cosa. I primi saranno ritornati verso le loro case, non succede proprio niente. Fuori dalla città, questi stranieri facevano i loro giri e si avrebbe potuto scuotere la testa: quante volte lo fanno ancora? E che cosa vuol dire tutto questo?

Al settimo giorno, i figli d’Israele hanno marciato per la settima volta attorno alla città. Devo pensare spesso a quest’immagine: anche se per ben sei giorni la situazione non era cambiata, essi hanno continuato a marciare, poi è arrivata d’improvviso la salvezza: le mura sono crollate!

„Ecco la tua salvezza giunge.“ Anche se dopo Pentecoste non è cambiato niente, anche se lungo il nostro cammino di fede, parlato metaforicamente, abbiamo marciato numerosi „giri“, anche se siamo stati a volte delusi e pensiamo: “quanto ancora?”  noi non abbandoniamo! Abbiamo la promessa e non la teniamo forte. Come Giosuè. Essa si avvererà, questo è sicuro.

Non posso purtroppo dire al popolo di Dio: dovete ancora marciare due giri o tre giri, ma posso assicurarvi con la forza del ministero di sommoapostolo: il giorno del Signore viene!  Non abbandonate, restate fiduciosi, la vostra salvezza giunge.

(da un servizio divino del sommoapostolo)

Parola del mese

Con piena potenza

(Novembre 2019) Lo Spirito Santo agisce con forza, questo a suo tempo, come oggi e pure domani. Lo Spirito Santo... [leggi]