Parola del mese

La via del seguimento

Febbraio 2012

Gesù parlò una volta delle due vie e delle tre porte (Matteo 7,13.14). Attraverso la porta larga passa la via spaziosa, l’altra via è stretta e difficile e passa attraverso una porta angusta. Questa via stretta porta quindi alla vita e la via larga, cosi è scritto, conduce alla perdizione.
Vogliamo avere la vita eterna e seguire Gesù. Che significa ciò? Significa agire come ha agito Gesù.

 

  • Egli ha amato il Padre celeste. Quando il diavolo lo ha tentato mostrandogli tutte le ricchezze del mondo e cercato di farlo prostrare dinnanzi a lui, Gesù gli ha risposto con la parola biblica: „Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi il culto“ (Matteo 4,10). Le ricchezze di questo mondo non sono importanti in confronto al nostro amore per il buon Dio. Vogliamo amare Dio.
  • Gesù ha amato coloro che stavano attorno a lui; per questo vogliamo anche noi incontrare il nostro prossimo con amore. Gesù era pronto a perdonare, egli ha offerto aiuto agli uomini. Vogliamo comportarci anche così anche noi. La via stretta del sseguimento significa incontrare il nostro prossimo con amore, nella comunità e ovunque intorno a noi. Ciò significa anche che perdoniamo e siamo d’aiuto ad ognuno.
  • Gesù ha avuto fiducia in suo Padre e lo esprime meravigliosamente con le parole: „Padre, non la mia volontà, ma la tua sia fatta“ (Luca 22,42). Abbiamo desideri e nostalgie, però vogliamo avere sempre fiducia nel Padre e poter dire: „Non la mia volontà, ma la tua sia fatta.“
  • Gesù si è riconosciuto quale figliolo del Dio vivente. Sulla nostra via del seguimento vogliamo professare la nostra fede. Quando ci intratteniamo con i vicini o altra gente, lasciateci manifestare che siamo neo-apostolici.
  • Gesù ha vinto il diavolo. Su questa via stretta del seguimento anche noi vogliamo vincere ciò che non piace a Dio.

Il nostro compito futuro sia quello di restare fermi in Dio: nell’amare il prossimo, nell’essere pronti a perdonare, nel manifestare la nostra fede neo-apostolica e nel rimanere sulla stretta via e nel vincere ciò che non piace a Dio. Questa è la via del seguimento.

Si dice di questa via stretta che è una via difficile. È una differenza se ci si trova su una via larga, dove ci si può permettere di camminare un pò a sinistra e un pò a destra, oppure se si cammina su una via stretta, dove bisogna sempre guardare dove si mettono i piedi. Su una via stretta non si può camminare a sinistra e a destra, bisogna restare sulla via. Ciò vuol dire che dobbiamo fare attenzione, ogni giorno. Se abbiamo delle decisioni da prendere, domandiamoci quale decisione avrebbe preso Dio e quale sarebbe la via del peccato. Sulla via stretta bisogna avere dei punti di riferimento: questi sono i servizi divini dove riceviamo la forza per poter andare avanti.

La via stretta è anche una via meravigliosa dove possiamo sentire la vicinanza di Dio. Questa via porta ad una meraviglioso traguardo: essere per sempre presso il Signore. Che il buon Dio possa donare la sua grazia, affinchè possiamo riuscire in tutto.

(da un servizio divino del sommoapostolo)