Parola del mese

Doni in abbondanza

Giugno 2010

Gesù, nei suoi discorsi di commiato, ha parlato del senso della sua missione: egli è venuto sulla terra affinchè coloro che credono in lui “abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” (vedi Giovanni 10,10). Ciò può magari meravigliarci; vuol dire che l’abbondanza c’è. Questo ci rammenta una promessa di Dio rivelata da Geremia, la quale dice che il Signore voleva donare „doni in abbondanza“ al popolo d’allora. I doni divini sono in abbondanza dove il Signore si manifesta, dove la vita divina si sviluppa e matura per il compimento.

Con „doni divini“ nel nostro tempo considero quello che il Signore dà nella sua Chiesa. Cito solo alcuni doni: per esempio la pace. Là dove la vita divina è evidente e dove ci si è decisi per il Signore, la pace c’è in abbondanza. Guardiamo un po’ nel mondo: la pace è anche presente, ma è pace in abbondanza? Questo non lo credo. Si cerca più o meno di dirigere le cose affinchè non ci siano guerre e che la pace possa dominare, ma pace in abbondanza – qui mi immagino altrimenti, ossia la pace di Dio, la quale è più grande di ogni ragione.

Come secondo: la gioia. La gioia in abbondanza – esiste su questa terra? Non credo; in ogni modo la gioia l’abbiamo nelle nostre famiglie, quando certe cose sono presenti, quando non manchiamo di nulla e quando viviamo qualche cosa di bello. Comunque sono soltanto brevi momenti; sappiamo tutti che la gioia non è duratura. Se ci si avvicina al Signore, si ascolta la sua parola e la vita divina ci avvolge, ecco che vige la gioia in abbondanza. E così possa esserci anche l’abbondanza di benedizione laddove ci si avvicina al Signore e ci si confida a Lui; questa è la base per ricevere la benedizione in abbondanza.

Che vi sia benedizione in abbondanza per tutti coloro i quali hanno desideri per la loro vita. Il Presso il Signore v’è sempre benedizione in abbondanza. Che anche la grazia possa essere presente in abbondanza, cosicchè tutti gli errori, tutte le impurità e le debolezze possano essere tolte. Così potremo vivere la magnificenza in abbondanza quando vi sarà la rivenuta di Cristo e la vita eterna insieme al Padre celeste.

Non possiamo rappresentarci quale abbondanza vivremo. Vogliamo sempre prendere le giuste decisioni e sempre deciderci per il Signore. Che la luce divina della grazia possa accompagnarci lungo il nostro cammino, che la vita divina possa svilupparsi in noi e portarci alla perfezione. Che il Signore ci conceda tutti questi doni affinchè possiamo continuare il nostro cammino fino alla casa del Padre celeste.

(Da un servizio divino del sommoapostolo)

Parola del mese

Dare e avere

(Dicembre 2019) L'ultima pagina del calendario ci rammenta che l'anno volge inesorabilmente al termine. Quello che... [leggi]