Parola del mese

Efficacia dello Spirito Santo

Novembre 2009

Samuele ricevette la missione di incoronare Saulo quale re. All’occasione, egli rese attento il futuro re su quello che l’attendeva. Tra l’altro, il profeta gli disse: „Lo Spirito del Signore ricadrà su di te, affinchè tu possa cadere in estasi tramite lui.“ Questo capitò quando Saulo incontrò un gruppo di profeti. „Estasi“ significa talvolta „entusiasmo“, così è tradotto in alcune edizioni della bibbia. Il profeta disse: „sarai trasformato e diventerai un altro uomo.“ Questi sono gli effetti dello Spirito Santo: entusiasmo, trasformazione, diventare un altro uomo.

In me è ancora presente l’entusiasmo che si è manifestato durante giornate europee della gioventù. Molti fattori hanno favorito questo entusiasmo. Dapprima ognuno si è presentato, poi si è sentito integrato, nessuno è restato fuori ed ognuno ha provato gioia. Mi auguro che entusiasmi simili, mossi dallo Spirito Santo, possano riscontrarsi anche nelle comunità.

L’efficacia dello Spirito Santo fa si che ci sono delle trasformazioni che cambiano la persona. Da una parte c’è il lato terreno che richiede sempre molto da noi; quando poi lo Spirito Santo comincia ad agire, allora ha luogo questa trasformazione e a poco a poco lo spirituale diventa prima priorità e determina la nostra vita. Sotto gli effetti dello Spirito Santo cresce anche la brama di essere una benedizione per altri. L’egoismo scompare poco a poco e il desiderio di essere a disposizione degli altri cresce, è un processo di trasformazione. Talvolta contiamo unicamente sulle nostre proprie forze, si pensa che possiamo fare ogni cosa, ma sotto l’influsso dello Spirito Santo tutto cambia: questo processo si mette in moto e ci si affida a Dio. Magari ci si arrabbia e questo è umano, ma sotto l’influsso dello Spirito Santo l’adiramento si trasmuta nel desiderio di armonia e desiderio di conciliazione. Talvolta si è agghiacciati a causa di molteplici motivi, lo Spirito Santo ci dà nuovo coraggio nell’anima. Tutto può essere trasformato tramite lo Spirito Santo; questa trasformazione ha luogo quando gli si apre il proprio cuore e si vive la sua efficacia.

Se lasciamo che questo processo di trasformazione abbia il suo corso, possiamo diventare un’altra persona. Per esempio, possiamo diventare persone di pace. Abramo era una persona di fede, ma anche una persona di pace, visto che quando scoppiò l’alterco tra i pastori suoi e quelli di Lot, egli cercò di trovare un compromesso per avere pace anche a dispetto dei suoi vantaggi. È bello se si può dire ciò anche di noi: quest’uomo è un uomo di pace, questa sorella risplende di pace.

Un’altra persona è anche una persona della speranza e della pazienza; Simeone era una persona tale. Egli ha aspettato il Messia, era una persona della speranza, coniato dal desiderio di vedere il Signore. Dio gli ha permesso di vivere il suo desiderio, poiché Dio non ha ignorato la sua bella disposizione.

Vogliamo anche noi essere “un’altra persona”: persona della fede, della pace e di forte speranza. Lasciamo che lo Spirito Santo possa avere spazio in noi, affinchè le trasformazioni possano essere visibili e che possiamo diventare un’altra persona e poter così raggiungere il compimento della perfezione.

(da un servizio divino del sommoapostolo)

Parola del mese

Linguaggio

(Luglio 2019) Il linguaggio dice molto riguardo a una persona. Il modo come parla, le parole che usa, le... [leggi]