Parola del mese

Ottobre 2020: La fedeltà di Dio ci porta alla comunione con Lui

Cari fratelli e care sorelle,

„Fedele è Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione del Figlio suo Gesù Cristo, nostro Signore“ (1 Corinzi 1,9). Quando leggo questo testo biblico, penso a voi. Ognuno di noi vive la propria vita. Si ha momenti buoni e momenti meno buoni, talvolta con ansia, ma poi anche con gioia. Il nostro conforto: Dio è fedele! Egli fa quello che dice. Per noi essere umani non è sempre percepibile, dato che conosciamo solamente una piccolissima parte del piano divino che ci è designato.

Dio ci ha chiamato alla comunione con suo Figlio Gesù Cristo. Egli ci chiama, Egli ci sceglie - non il contrario. Egli conosce i singoli individui meglio di loro stessi e sa ogni cosa. Egli ci lascia ad ognuno la libertà di seguire questa chiamata o meno.

Dio ci chiama alla comunione con Gesù Cristo, nostro Signore.

Gesù stesso ha confermato ciò: Egli vuole che noi siamo dove è Lui. Tuttavia, anche qui ed ora, siamo già in comunione con il Figlio di Dio. Siamo insieme a Lui in ogni situazione di vita:

  • combattiamo nelle tribolazioni per restare in comunione con Dio;
  • sosteniamo Gesù nel suo compito e proclamiamo il Vangelo facendo del bene;
  • non dimentichiamo per niente questo compito, ma lo mettiamo come prima priorità.  

Dio ci chiama alla comunione con i fedeli - nella Chiesa:

  • vogliamo restare insieme e agire, pregare, festeggiare e lavorare insieme;
  • vogliamo rinforzare quest'unità e combattere la discordia: evitiamo voci contradditorie, lasciamo riposare il passato e parliamo del bene invece del male;
  • serviamo gli uni e gli altri, senza distinguere se cliente o fornitore: ognuno può contribuire al buon sviluppo della comunione.

Dio ci chiama infine anche alla comunione nella Santa Cena:

  • è un assaggio alla cena delle nozze dell'Agnello;
  • ci ricorda che Cristo ha condiviso tutto con gli uomini, anche sofferenza e morte;
    Essa ci dà forza per combattere coma ha combattuto Lui.
  • essa rafforza la comunione fraterna tra di noi. Per tutti vi è lo stesso pane, lo stesso vino e una sola festa della Santa Cena. Cosa potremmo fare senza questa comunione?

Grazie Signore, che ci hai permesso di far parte di questa comunione.

Cordiali saluti
Jean-Luc Schneider