Parola del mese

Novembre 2020: Lui non arriverà a niente …

È possibile che questa frase sia stata pensata in segreto da un'insegnante a proposito di uno scolaro. Ogni sforzo per dargli qualcosa per la vita è stato speso invano. La gioia risulta più grande quando si viene a sapere che lo scolaro si è dato da fare e ha avuto molto successo. La semenza che l'insegnante ha seminato ha portato infine i suoi frutti.

Anche nella nostra vita di fede non riusciamo a riconoscere per molto tempo i risultati del nostro agire. Magari la semenza è caduta su terreno arido: è possibile però che ci sia bisogno ancora di tempo e pazienza o magari è successo qualcosa, ma non lo abbiamo percepito. Se orientiamo la nostra vita secondo il Vangelo, se serviamo il Signore e parliamo della nostra fede, allora seminiamo la buona semenza. Se la semenza cade su terreno fertile, Dio agisce e lascia crescere il frutto nel cuore del prossimo. Quale grande gioia!

Impulsi da un servizio divino del sommoapostolo