Parola del mese

Ottobre 2019: Amare e soffrire

Nel ventaglio dei sentimenti e delle sensazioni umane, l'amore e la sofferenza formano due poli contraddistinti. Da una parte il senso di felicità euforico, che mobilita forze e spirito di vita, e dall'altra parte sfortuna e dolore, i quali possono paralizzare e togliere ogni senso alla vita. Nonostante ciò, hanno tutt'e due un punto in comune: l'amore può essere causa di sofferenza e la sofferenza può essere espressione di amore puro.

Due esseri che si amano, soffrono quando l'altro sta male. Un cristiano che ama il suo prossimo non può sopportare che questo stia male. Dato che l'amore è versato nel nostro cuore dallo Spirito Santo, l'amore verso il prossimo vive in noi. Da una parte è qualcosa di bello e valorizzante, dall'altra è collegato anche a sofferenze. Poiché amiamo il nostro prossimo, non possiamo semplicemente chiudere gli occhi quando soffre. Soffriamo con lui, perché amiamo; e pertanto cerchiamo di aiutarlo. Spesso succede tramite la preghiera, talvolta pure concretamente: l'amore trova sempre una via.

Impulsi da un servizio divino del sommoapostolo