Collaborazione e offerte

La Chiesa Neo-Apostolica si autofinanzia. Non preleva dai suoi membri tasse o contributi obbligatori. Non viene controllato se e quanto viene offerto. Un valore indicativo, al quale i membri si possono orientare, è la decima del salario già menzionata nella Bibbia (Malachia 3, 10).

Collaborazione a titolo onorifico

La cura delle anime ed i compiti amministrativi nelle comunità sono cariche onorifiche. Tutte le funzioni, gli atti sacramentali e le benedizioni, per esempio i battesimi, matrimoni o funerali, avvengono gratuitamente.

Utilizzo dei mezzi

La Chiesa ha premura di operare con un apparato amministrativo il più semplice possibile. La parte maggiore delle entrate confluisce nella costruzione e manutenzione degli edifici di culto, pertanto torna direttamente a vantaggio delle singole comunità. Un'altra importante parte del budget della Chiesa è utilizzato per il lavoro di missione. Inoltre la Chiesa concede assistenza umanitaria ed appoggia azioni di soccorso in caso di catastrofe.

Il controllo delle entrate e delle uscite della Chiesa è affidato a revisori indipendenti.

La Chiesa Neo-Apostolica è politicamente neutrale

La Chiesa Neo-Apostolica si astiene dal prendere posizioni politiche. Si attende dai suoi membri il rispetto delle leggi e dei doveri civici del loro Paese, fintantoché non sono in contrasto con le leggi divine. La Chiesa dà valore a un rapporto aperto e di fiducia con i governi, le autorità e il pubblico. Cristiani neo-apostolici possono essere attivi nella vita pubblica.

Vangelo e cura dell'anima hanno priorità

Il centro delle attività ecclesiastiche sta nei servizi divini e la personale cura dell'anima. Oltre a ciò la Chiesa Neo-Apostolica si impegna, nell'ambito delle sue limitate possibilità, anche nel campo sociale. Laddove un singolo caso richiede di urgente aiuto, essa opera direttamente secondo le necessità.