America del Sud

Attorno al 1920 alcune famiglie neo-apostoliche si trasferiscono nell’estuario del Rio de la Plata in Argentina e Uruguay. L’apostolo competente per l’America del Sud è l’olandese Sijtze Faber, il quale si stabilisce nella provincia di Cordoba. Da qui egli cura le poche famiglie. Nel 1930 l’aiutante sommoapostolo Franz-Wilhelm Schlaphoff giunge in America del Sud. Egli decide che d’ora in poi i servizi divini abbiano a svolgersi nelle lingue nazionali. In Argentina la Chiesa Neo-Apostolica è riconosciuta a livello statale sin dal 1938.

Carta geografica

Cliccare per ingrandire (tratto da WorldAtlas).